Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

ORANI. A 30 anni dalla morte la comunità celebra il suo più illustre concittadino: Costantino Nivola

| di redazione
| Categoria: Arte
STAMPA

Orani si prepara al ciclo di eventi celebrativi in onore di Costantino Nivola, finanziati dall'Assessorato alla Cultura della Regione Sardegna e realizzati in collaborazione con il Museo Nivola e la Proloco e con il supporto delle Associazioni locali. Il celebre artista nasce a Orani il 5 maggio 1911 e muore in America, a Long Island, il 6 maggio 1988. Partirà presto e molto giovane dal suo paese ma il legame speciale con la sua famiglia e la comunità non si interromperanno, e rimarrà impresso dentro di sé per tutta la vita l'idealizzato e un po' nostalgico ricordo d'infanzia e prima giovinezza della sua Orani degli anni '20 e '30. Tornerà a Orani nel 1958, da artista ormai affermato, per una grande mostra en plain air per le vie del paese, in occasione della quale consegnerà alla comunità il famoso graffito nella facciata della chiesa di Sa Itria. A trent'anni dalla sua morte, l'Amministrazione Comunale intende ricordare l'artista ma soprattutto l'uomo e questo suo forte legame con la comunità attraverso tre appuntamenti all'insegna delle arti. Il primo spettacolo, domenica 9 dicembre alle ore 11.30, - Orani 1958 – azione teatrale di comunità ispirata alle fotografie di Carlo Bavagnoli, in cui attori e comparse riprodurranno alcuni suggestivi scatti di Carlo Bavagnoli, tra i più importanti fotoreporter internazionali del XX secolo, allora giovanissimo, che immortalò “Ritorno a Itaca” la famosa mostra del 1958. L'ideazione e la regia sono di Chiara Murru, con soundscape di Francesco Medda Arrogalla e produzione di Le Ragazze Terribili. Per domenica 16 dicembre, alle ore 17, è prevista la presentazione del cortometraggio Looking for Nivola, un film di Peter Marcias, con la partecipazione di Emilia Agnesa e la produzione di Sky Survey Sistem. Vi saranno una serie di testimonianze, dei familiari ancora in vita e di chi ha lavorato con l'artista, di chi lo ha conosciuto e di chi avrebbe voluto conoscerlo. Si chiuderà lunedì 17 dicembre con la performance teatrale Turulu turulu tit e il popolo di legno, una reinterpretazione di alcuni racconti di vita paesana contenuti nel volume Memorie di Orani; i bambini e i ragazzi delle scuole presenteranno i lavori realizzati nel corso del Laboratorio di Arti curato dal Dipartimento dei servizi educativi del Museo Nivola. 

redazione

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK