Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Anche in Sardegna il black friday degli archivisti

"Perchè è stata bloccata la graduatoria del concorso Mibact?"

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
immagine tratta da risorsalavoro.it

Che fine hanno fatto le assunzioni degli archivisti del concorso 500 Mibact, annunciate ufficialmente con enfasi dal Ministro Franceschini il 7 luglio? Se ne è persa traccia, fino al nostro black friday anticipato, lo scorso venerdì 17 novembre. Quel giorno è inspiegabilmente apparsa, non sul sito del Ministero, ma su quello della Commissione Interministeriale RIPAM, la notizia della "temporanea sospensione" della graduatoria per il profilo Archivisti.

(<http://riqualificazione.formez.it/content/sospensione-graduatoria-funzionari-archivisti>)

 

A oggi non conosciamo chi ha realmente ordinato la sospensione né comprendiamo i motivi e i tempi della stessa.

Appena 10 giorni prima, il 7 novembre, l'UILPA MIBACT riferiva l'esito di un incontro tra sindacati e Direzione generale Organizzazione (DGOr), precisando che le immissioni in servizio di tutti i profili del concorso "500 Mibactsarebbero avvenute entro il 31 dicembre, nonostante gravassero due richieste di sospensiva al Tar, una delle quali sugli archivisti.

(<http://www.uilbac.it/wordpress/circolare-1682-firmato-laccordo-definitivo-sugli-sviluppi-economici-2017-mobilita-volontaria-interna/>)

 

ll ricorso al Tar concerne la rivalutazione dei titoli di una candidata collocata in graduatoria oltre la 127esima posizione e per la quale il giudice ha disposto un riesame senza ordinare alcuna sospensione.

L'ordinanza del Tar, di conseguenza, non dovrebbe in alcun modo incidere sulle assunzioni dei primi 127 vincitori e idonei già disposte dal decreto direttoriale del Mibact del 6 luglio 2017, n. 946.

(<http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1499350488722_D.D._6_luglio_2017_Graduatoria_Archivisti.pdf_firmato.pdf>)

 

A quel decreto seguì la notizia ufficiale delle assunzioni dei 127 archivisti apparsa sul sito del Mibact e ancora presente: "Cultura, proseguono le assunzioni Concorso MiBACT: è la volta degli archivisti. A oggi assunti 198 funzionari dei profili antropologo, bibliotecario, demoetnoantropologo e archivista".

(<http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_1580366025.html>)

 

Alla laconica notizia apparsa sul sito RIPAM non è seguita, a oggi, da parte del Ministero, nessuna comunicazione ufficiale che motivi in maniera circostanziata un atto giunto inaspettatamente a procedura di assegnazione delle sedi ormai pressoché conclusa. La sospensione è gravida di conseguenze per le 127 persone che attendono di essere assunte e che ora s'interrogano sui passi da compiere per tutelare la propria posizione, non avendo nessuna certezza riguardo ai tempi, alla sussistenza in futuro degli stanziamenti attualmente previsti per l'assunzione e prossimi alla scadenza, insomma al destino della loro effettiva presa in servizio.

 

I continui rallentamenti e ritardi che il procedimento ha subito e, da ultimo, l'immotivata sospensione della graduatoriaoltre a causare danni evidenti ai vincitori e agli idonei, hanno pesanti ripercussioni sugli istituti archivistici statali sempre più minati dalla gravissima carenza di personale.

Tutti coloro che per ragioni professionali si muovono in tale contesto - e credono che il livello di civiltà di uno Stato si misuri anche dal livello della qualità dei servizi che è in grado di erogare - non possono non denunciare e reagire a questo stato di cose.

 

Se la sospensione della graduatoria è stata decisa, come si legge sul sito Ripam, "in considerazione dell'ordinanza del TAR", allora si tratta di una misura sproporzionata e debole sotto il profilo della trasparenza amministrativa. L'ordinanza del TAR, lo ripetiamo, non preclude l'assunzione immediata dei 127 vincitori e idonei, prevista dal decreto direttoriale 946/2017, e confermata nell'ambito del comunicato del 7 novembre relativo all'incontro tra DGOr e sindacati.

 

Denunciamo con forza la mancanza di chiarezza in questa fase del procedimento e chiediamo quindi che vengano resi noti in maniera certa tempi e modalità della nostra assunzione.

 

 

Vincitori e idonei del concorso "500 Mibact"

 

Veronica Bagnai Losacco

Francesca Chiara Calcagno

Valentina Carola

Lucia Citerio

Consuelo Costa

Cristina Dal Molin

Luca Dalvit

Stella Di Fazio

Francesca Di Pasquale

Desirée Dreos

Serena Falletta

Simona Fazio

Enrico Fenu

Emanuela Fiorletta

Mauro Fiori

Rossana Florio

Rosangela Guerra

Maria Idria Gurgo

Annarita Lepre

Mirco Modolo

Angela Puleio

Patrizia Rocco

Maria Francesca Stamuli

Daniela Ukmar

Chiara Veninata

Maurizio Vesco

 

 

Sottoscrivono il nostro appello anche:

 

Federico Valacchi, Università di Macerata

Christian De Vito, storico

Michela Molitierno, archivista

Stefania Salsi, archivista

Valeria Deplano, storica

Roberto Baglioni, archivista

Patrizia Audenino, Università di Milano

Elisabetta Colombo, Università di Pavia

Daria De Donno, Università del Salento

Claudio Venza, "Spagna Contemporanea"

Calogero Lo Piccolo, psicoterapeuta

Tommaso Baris, Università degli studi di Palermo

Manoela Patti, Università degli studi di Palermo

Dario A. Librizzi, insegnante

Alessandro Pes, Università di Cagliari

Giovanni De Luna, Università di Torino

Luigi Ganapini, Università di Bologna

Gabriella Pierre Louis, archivista

Francesco Correale, CNRS - UMR 7324 CITERES, Tours (Francia)

Riccardo Obletter, storico e archivista

Simona Serci, archivista

Gabriele Proglio, Universidade de Coimbra

Maria Agostina Cabiddu, Università Cattolica del Sacro Cuore

Milena Franchini, archvista

Maria Pacella, Archivio di Stato di Bergamo

Francesca Nemore, archivista

Concetta Damiani, Università degli studi di Salerno

Roberta Macchione, archivista

Antonella Moriani, Università di Siena

Giovanni Aprea, archivista

Francesca Desogus, Anai Sardegna

Matteo Di Gesù, Università degli studi di Palermo

Valeria Galimi, Università degli studi di Milano

Diana Toccafondi, Soprintendenza archivistica della Toscana

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK