Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Corse anglo arabi sardi: oltre all'antidoping si farà anche il Dna ai vincitori

| di Michela Columbu
| Categoria: Attualità
STAMPA
Immagine della associazione ippica ottanese

Sarà l’esame del Dna a condizionare l’esito delle corse riservate agli anglo arabi sardi. La novità si affianca all’esame antidoping ai vincitori che è già stato sperimentato l’anno scorso.

Questa la decisione durante la definizione dei particolari della seconda edizione delle corse riservate agli anglo arabi sardi e organizzate dalle 9 associazioni ippiche riunite di Fonni, Oliena, Uri, Dorgali, Orani, Orgosolo, Sedilo, Ottana e Lanusei con la collaborazione della Regione, Agris e Coldiretti Sardegna.

L’analisi del dna servirà a certificare l’appartenenza alla razza anglo araba sarda e a smascherare eventuali documenti che attestino falsità. “E’ un modo per eliminare tentativi di imbrogli e i dubbi sulle reali capacità dei cavalli", comunicano gli organizzatori

“Sabato 28 marzo ci siamo riuniti a Orani – continua – dove abbiamo definito maggiormente organizzazione e regole per questa nuova edizione. Lì, così come nella riunione tenutasi a Uri il 1° marzo, sono emerse le difficoltà oggettive delle associazioni, legate al grande sforzo economico nell’organizzare le corse. Quest’anno però nutriamo grandi speranze nelle notizie che ci arrivano dalla Regione Sardegna: lo stanziamento di 3 milioni di euro - un milione per ciascuno degli anni 2015, 2016 e 2017 - per il rilancio del comparto ippico, in attesa dell'approvazione di una legge organica di settore”.

“Non possiamo che essere contenti del rinnovato interesse da parte delle istituzioni per un comparto che in tutte le sue articolazioni, rappresenta fonte di reddito per tante famiglie sarde e linfa vitale per tante associazioni di volontariato come le nostre – sottolineano le Associazioni Ippiche riunite. – A questo proposito ringraziamo i consiglieri di Sardegna Vera, in particolare Ledda e Arbau. Un ringraziamento anche a Raffaele Cherchi, direttore di Agris e a Battista Cualbu, presidente di Coldiretti Sardegna, per avere sposato l’iniziativa.”

A breve sarà pronto il calendario con le date delle corse.

 

Michela Columbu

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK