Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Grano monococco: incontro dell'Università di Nuoro

| di redazione
| Categoria: Economia | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Il Consorzio Universitario di Nuoro, in accordo con il Dipartimento di Agraria, il FAI di Nuoro l'Agenzia LAORE e l'associazione Triccumonoro, sta organizzando un incontro da tenersi il 29 settembre ore 16:00 presso la sede di sa Terra Mala, fnalizzato a divulgare la coltivazione del grano monococco e informare piccole imprese, ristoratori e consumatori circa la coltivazione e l'utilizzo di questa varietà. Il grano monococco e una specie diploide appartenente alla famiglia delle poacee, con spiga distica che presenta una sola cariosside per spighetta. Talvolta viene impropriamente chiamato farro piccolo o farro monococco, tale nomenclatura solo presente nella nostra lingua tuttavia genera confusione, poiche il farro e parente stretto del grano duro, mentre il grano monococco e una specie a se stante. Si tratta di una varietà studiata per il basso contenuto di glutine e pertanto adatta a soggetti intolleranti a questa proteina. L'incontro sarà propedeutico e preparatorio rispetto all'evento che lo stesso FAI sta organizzando per la metà di Ottobre a Orosei in occasione delle giornate FAI d'autunno e dedicate anch'esse al grano monococco. Parteciperanno il dott. Ciriaco Loddo dell'Agenzia Laore, il prof. Luigi Ledda del Dipartimento di Agraria, il dott. Luca Belloi dell'associazione Triccumonoro, il dott..Lorenzo Moi, operatore del settore e la dott.ssa Veronica Sirigu medico nutrizionista della ASL. L'incontro e inserito nella notte europea dei ricercatori organizzata da Comune di Nuoro e proseguire presso i locali dell'EX me attraverso uno spazio dedicato alla molitura del grano e alla diffusione dei dati sulle ricerche agronomiche e nutrizionali su questa antica varietà.

redazione

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK