Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

GAVOI. La presentazione del progetto "Nati per Leggere"

I bambini della Barbagia riceveranno in dono il Calendario 2017 dal Consorzio Bim

| di Giangavino Murgia
| Categoria: Letteratura
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

GAVOI. Si è svolta sabato scorso la prima presentazione del Calendario 2017 "Nati per Leggere - Sardegna", organizzata dal Consorzio Bim Taloro. L'incontro dei bambini e genitori con pediatri, bibliotecarie e librai, è stato organizzato nella sala consiliare del municipio di Gavoi, in un clima molto amichevole e informale.

Il sindaco Giovanni Cugusi ha aperto la mattinata sottolineando l'importanza dell'iniziativa voluta dal Consorzio Bim e, a nome della comunità gavoese, ha ringraziato i promotori del progetto "Nati per Leggere".

Il presidente del Bim Taloro Francesco Noli, ha illustrato brevemente i motivi che hanno indotto il Consorzio a sostenere questo progetto dedicato al mondo dell'infanzia e divulgarlo nei tredici paesi consorziati. Noli ha poi ringraziato i relatori e tutti gli amministratori locali presenti nella sala, e annunciato che la distribuzione dei calendari nelle famiglie avverrà tramite i municipi.

La presentazione dell'edizione regionale del Calendario 2017 "Nati per Leggere", è iniziata con l'intervento di Vanna Locci, della Biblioteca Metropolitana Ragazzi di Cagliari. Con la sua grande esperienza di lettrice, la bibliotecaria ha scelto e letto alcune pagine a un piccolo drappello di bambini in età prescolare.

Con l'aiuto di alcune suggestive immagini, il pediatra olzaese Salvatore Murgia dell'Assl di Cagliari, si è soffermato in particolare sulle straordinarie competenze del neonato e del lattante, alla luce delle più recenti scoperte scientifiche.

Poi ha parlato dell'utilità di quello strano modo di parlare da parte dei genitori, e in genere degli adulti, quando si rivolgono ai bambini più piccoli: il cosiddetto maternese, caratterizzato dal ritmo più lento e dall'esagerata intonazione, che ha la funzione di catturare l'attenzione del bambino, memorizzare i suoni e arricchire il bagaglio lessicale. 

Il pediatra ha voluto inoltre ricordare che non si legge al bambino ma con il bambino, perché la lettura ad alta voce deve costituire un piacere per chi la fa e per chi l'ascolta, e non deve apparire come una costrizione.

Infine il neonatologo olzaese ha invitato al recupero e alla valorizzazione della tradizione orale del proprio luogo d'origine, dato che negli ultimi decenni è stata alquanto trascurata, fino a correre il rischio di perderne completamente memoria. 

La bibliotecaria Francesca Succu, del Centro Regionale di Documentazione Biblioteche, ha letto una filastrocca e poi ha illustrato gli aspetti fondamentali del progetto "Nati per Leggere" sia a livello nazionale che regionale.

La libreria Mieleamaro di Nuoro ha voluto essere presente con una esposizione di libri in parte suggeriti nel Calendario 2017. In rappresentanza della libreria nuorese, Rossana Mattana ha parlato della personale esperienza di promotrice della campagna Nati per Leggere maturata da diversi anni, avendo partecipato al gruppo di lavoro preparatorio delle passate edizioni del Calendario "Nati per Leggere – Sardegna".

All'incontro erano presenti diversi amministratori del Consorzio Bim Taloro, come Pasquale Lovicu di Orgosolo, Mario Nonne da Ollolai, Gian Mario Pira di Gavoi e Giulia Congiu di Lodine. In sala erano presenti anche il sindaco di Lodine Antonio Congiu, il sindaco di Olzai Ester Satta con l'assessore alla pubblica istruzione Luciana Siotto e l'assessore alla cultura di Ollolai Maria Laura Ghisu.

Conclusi gli interventi dei relatori con l'augurio che leggere insieme ai bambini diventi, anche nei paesi della Barbagia, un'abitudine piacevole nella vita di tutti i giorni, è stato aperto un dibattito vivacizzato dall'intervento molto interessante di Antonio Marchi, ex amministratore del comune di Gavoi e uno dei fondatori della casa editrice Papiros di Nuoro.

Marchi ha proposto ai rappresentanti del gruppo di lavoro regionale "Nati per Leggere" la realizzazione di una edizione del calendario "in limba",o quantomeno, con l'inserimento di pubblicazioni e illustrazioni in lingua sarda, insieme alle copertine dei libri stampati dalle case editrici nazionali specializzate nella letteratura per l'infanzia.

La prossima presentazione del Calendario 2017 "Nati per Leggere - Sardegna", si svolgerà sabato 18 febbraio a Fonni (sala Ceas, via Don Burrai), sempre alle ore 10:30, con l'invito a partecipare anche ai bambini e genitori residenti a Desulo e Ovodda.

Giangavino Murgia

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK