Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Olzai protagonista nazionale con i formaggi di Giovanni Agostino Curreli.

Successo di pubblico per le cortes. Domani si chiude.

| Categoria: Territorio
STAMPA
Curreli, il sindaco, Giorgio Bartolomeo e Megian ieri durante la presentazione. F. Giangavino Murgia

Olzai. Inaugurate le cortes di Olzai. Oggi e domani il clou con tantissime iniziative interessanti (sotto il programma completo). Ieri l’apertura è coincisa con una cerimonia sobria ma interessante sul formaggio vegetariano di Giovanni Currelli. Diversi le personalità e gli ospiti d’onore, ma il vero protagonista è stato il Fiore sardo vegetariano. Una vera novità che potrebbe cambiare anche il mercato del formaggio tipico dei pastori barbaricini. Che con questa nuova variante può aprirsi ad un mercato molto più ampio di quello a caglio animale, perché come ha rivelato il vero deus machina della novità nazionale della trasformazione casearia sarda, il tecnico caseario Bastianino Piredda, “il mercato di questo formaggio si allargherebbe ad un terzo della popolazione mondiale: ebrei, mussulmani, vegetariani, dove i nostri formaggi D.o.p. sono oggi off limits. Ieri la coppia vincente Curreli-Piredda ha presentato il nuovo prodotto "Aromatizzato Bisine", un formaggio pecorino a latte crudo, con caglio vegetale, dall'aroma e gusto inconfondibile. Formaggio che per l’occasione è stato abbinato all’iniziativa "Arte e Gastronomia innovativa in Sardegna - La pittura sperimentale di "Megian" e l'arte casearia dell'azienda Erkìles". Alla presentazione hanno partecipato il presidente dell'Aspen Vincenzo Cannas, il direttore provinciale e regionale della Coldiretti Aldo Manunta e Luca Saba, il vicepresidente del consiglio regionale Michele Cossa e l’assessore regionale al Turismo Luigi Crisponi. A fare gli onori di casa il sindaco Tonino Ladu.

 

Il programma di Cortes apertas.

• Sabato 24 novembre

- Lavorazione dei pani tipici di Olzai (Su pane fresa e pane modde) e degustazione negli antichi forni a legna nella corte ''Sa domo de zia Zuannica'' in via Taloro.
- Nell'antico mulino idraulico nel Rio Bisine: tecniche ed esempi di molitura del grano.
- Nell'antica sede della Società di Mutuo Soccorso del Bestiame di Olzai, in piazza Sant'Antonio: lavorazione dell'asfodelo ed esposizione di antichi manufatti di uso comune della tradizione contadina, a cura della Pro Loco Bisine.
ore 9: Casa Museo Carmelo Floris
''Progetto La tela di Aracne - Laboratorio Geografie Transumanti'', Olzai novembre 2012'': inizio lavori workshop itinerante su paesaggio e arti civiche nel centro storico di Olzai.
- ore 9,30: Sala Consiglio Comunale
Inaugurazione mostra delle ''Medaglie Sacre dal 1600 al 1900'', a cura di Enrico Piras.
- ore 10: Casa Mesina
Inizio lavori del Corso d'insegnamento delle tecniche incisorie'', a cura di Enrico Piras e Giovanni Sanna.
- dalle ore 16 alle 18
Animazione nel centro storico e itinerario delle Cortes con il Coro Polifonico di Olzai.

 

 

• Domenica 25 novembre

- Lavorazione dei pani tipici di Olzai (Su pane fresa e pane modde) e degustazione negli antichi forni a legna nella corte ''Sa domo de zia Zuannica'' in via Taloro.
- Nell'antico mulino idraulico nel Rio Bisine: tecniche ed esempi di molitura del grano.
- Nell'antica sede della Società di Mutuo Soccorso del Bestiame di Olzai, in piazza Sant'Antonio: lavorazione dell'asfodelo ed esposizione di antichi manufatti della tradizione contadina, a cura della Pro Loco Bisine.
- ore 12: Casa Museo Carmelo Floris
''Progetto La tela di Aracne - Laboratorio Geografie Transumanti'', Olzai novembre 2012'': incontro con i giovani partecipanti al workshop su paesaggio e arti civiche; presentazione dei risultati e dei lavori a cura di Valeria Sanna dell'associazione Malik.
- ore 16: Casa Mesina:
Presentazione dei lavori degli allievi e conclusione del ''Corso d'insegnamento delle tecniche incisorie''.
- dalle ore 15 alle ore 18
Animazione nel centro storico e itinerario delle Cortes con il Gruppo Ballo della Pro Loco Bisine di Olzai, gli allievi del corso di organetto della Scuola Civica di Musica - Unione Comuni Barbagia.

 

Da visitare

- Casa Mesina: Mostra 1° Biennale dell'Incisione Italiana Carmelo Floris, con ottanta opere realizzate da quaranta maestri dell'arte incisoria italiana.
- Retablo della Pestilenza (XV sec.), chiesa Santa Barbara
- Retablo (XV sec.), chiesa Sant'Anastasio
- Chiesa parrocchiale di San Giovanni (XVII sec.)
- Antico mulino idraulico nel Rio Bisine, con dimostrazione della molitura del grano.
- Casa Museo Carmelo Floris - via Sant'Anastasio
- Pinacoteca Carmelo Floris - piazza San Giovanni
- Sala Consiglio comunale - ''Omaggio a Olzai'', dipinti a olio di Enrico Piras
- Mostra fotografica storica ''La famiglia Cardia Mesina'' - Casa Mesina, via Canonico Fancello
- ''Sa domo de dottor Franziscu Dore'' - via Regina Margherita, con visite guidate nella casa dell'onorevole Francesco Dore, a cura di Lorenzo Dore.
- Sede associazione culturale Maimones - via G. Marconi: esposizione maschere tradizionali di Olzai (Maimones e Murronarzos) e fotografie a cura dell'associazione culturale Maimones di Olzai.

Per tutta la durata della manifestazione, un trenino percorrerà le vie del centro storico agevolando gli spostamenti dei visitatori

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK