Lunedì, 28 Luglio 2014 (SS. Nazario e Celso martiri)

Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Sei in: Rubrica Rassegna Stampa » L'unione sarda. «Comprare casa, è il momento»

04/08/2013, 07:36

L'unione sarda. «Comprare casa, è il momento»

Immobiliare.it: più fiducia sul settore. Buoni segnali nell'Isola

  • mail
  • Condividi su facebook

Torna la fiducia sulla casa. Il secondo trimestre del 2013 conferma l'ottimismo, con il Nord Italia in testa. Per Immobiliare.it, se a livello nazionale la percentuale di chi ritiene che questo sia un buon momento per comprare casa raggiunge il 56% (era il 51% a luglio 2012), tra le regioni del Nord la percentuale arriva addirittura al 58%. Le regioni del Sud sono più tiepide: qui la percentuale si ferma al 53%. La Sardegna è in linea con il Mezzogiorno con un 52,6%, ma va meglio di regioni come la Liguria (51,7%), la Puglia (51,7%) o il Trentino Alto Adige (49,1%).
IL MOMENTO GIUSTO «A metà del 2013 emerge una buona consapevolezza che questo sia un momento interessante per investire nell'immobiliare», dice Carlo Giordano, amministratore delegato di Immobiliare.it, «e la differenza tra Nord e Sud è la conseguenza delle difficoltà che le diverse aree del nostro Paese stanno vivendo in questi anni».
LE LOCALITÀ TURISTICHE Secondo Tecnocasa, in Sardegna, continua invece la pausa di riflessione dei prezzi delle seconde case in località turistiche, sebbene alcune zone continuino a non cedere valore. In Gallura, per esempio, si registra un ridimensionamento delle quotazioni. Nelle zone più esclusive, tuttavia, resiste la domanda di russi alla ricerca di ville prestigiose. A Pula sono in crescita gli acquisti da parte di svizzeri grazie ai nuovi collegamenti aerei tra Cagliari e i principali scali elvetici.
OLBIA-TEMPIO Nella seconda parte del 2012 e nei primi mesi del 2103 in Gallura il mercato della seconda casa vede, in generale, una domanda in diminuzione a fronte di un'offerta immobiliare in aumento. I prezzi calano e oggi si trovano in vendita anche “pezzi unici”. Stabili invece le quotazioni a Budoni: a cercare la seconda casa sono stati investitori ma anche piccoli risparmiatori.
CAGLIARI Pula (Santa Margherita), Domus de Maria (Chia) e Sarroch (Porto Columbu) non hanno evidenziato variazioni nelle quotazioni immobiliari. L'introduzione dell'Imu ha spinto alcuni proprietari a vendere, ma si registra ancora parecchio invenduto perché i prezzi richiesti sono alti. Parallelamente, la domanda si è ridimensionata, sia nel numero di richieste sia nella disponibilità economica.
L'OGLIASTRA Nel secondo semestre 2012 è stato osservato un calo del 17,1% delle quotazioni di Tortolì. Pesano le difficoltà di accesso al credito e lavorative, ma nei primi tre mesi del 2013 il mercato ha evidenziato una ripresa. A ricercare la casa per le vacanze sono piemontesi, lombardi e liguri, che si orientano su soluzioni piccole da 100 mila euro.
SASSARI Alghero ha subito un calo del 7% nei prezzi nel secondo semestre 2012. Oltre alla crisi, a determinare il ribasso sono stati il rincaro dei traghetti e l'elevata aliquota Imu. Porto Torres ha invece fatto segnare un andamento ambivalente: nelle zone centrali e sul lungomare le quotazioni hanno tenuto, mentre in periferia sono scese del 10%.
LE CASE VACANZE La Sardegna resta comunque fra le mete estive più ambite. Per Subito.it, fra maggio e luglio emerge che sul podio, in compagnia di Puglia, al primo posto, e Sicilia, al terzo, c'è la Sardegna. Su territorio sardo, attualmente, le case vacanza disponibili all'affitto sono più di 16.000 mentre gli alloggi già affittati sono 10.432. Le località preferite sono San Teodoro, Villasimius e Alghero.
Lanfranco Olivieri

Fai una donazione

Media

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
percorsitoscani

Newsletter



Contatti

Contatta la redazione
mob. 347.0963688

facebook youtube

Partner

© 2001-2014 - È vietata la riproduzione, anche solo in parte, di contenuto e grafica.