Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Coronavirus & cinematografia barbaricina

| di Giovanni Graziano Manca
| Categoria: Arte | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
Una immagine tratta dal film "L'edera"

Forse a qualcuno piacerebbe dedicare una parte del proprio tempo allo svolgimento di ricerche sulla cinematografia che a vario titolo ha interessato e continua a interessare il capoluogo barbaricino e tutto il territorio del nuorese. Io ci ho provato, tempo fa. Il mio intento era quello di elencare e illustrare i film che nel corso del tempo, oltre a raccontare storie verosimilmente o significativamente rappresentative del nostro modo di essere e di vivere (cinema di finzione), hanno indagato sugli aspetti identitari e antropologici di un popolo unico al mondo, quello dei sardi barbaricini (documentari). Dalla ricerca sarebbe dovuto venir fuori l’elenco più o meno esaustivo dei film con, in separata sede, il commento di ciascuna delle opere. Presenti nella "scaletta", il cinema di finzione e “deleddiano” (quello, per intenderci, nato dal rapporto che Grazia Deledda ebbe con la cinematografia), il cinema documentario e quello dei registi che Nuoro ha espresso soprattutto in questi ultimi anni.

Chiunque intraprendesse una simile indagine non tarderebbe ad accorgersi di quanto essa sia  impegnativa e non semplice da ultimare anche, ma non solo, per le difficoltà connesse al reperimento di tutto il materiale filmico esistente. Personalmente ho dovuto abbandonare i miei propositi soprattutto per la mancanza del tempo che mi sarebbe servito per procurarmi tutti i film! Dei miei sforzi di cultore della settima arte, tuttavia, rimane un elenco (da completare e certamente perfettibile) che di ciascun film riporta l'anno di uscita, il nome del regista, il paese di produzione, la durata, e così via. Lo trovate in fondo all'articolo. Potrà forse tornare utile a qualche appassionato di cinema e di "cose nuoresi" che nei tristi giorni del coronavirus volesse ben impiegare le ore o i giorni da passare in casa dedicandoli alla visione di pellicole che riguardano Nuoro e la Barbagia. Parte di queste opere è reperibile su Internet. Il rudimentale data base è stato aggiornato in occasione dell'uscita delle ultime opere di Antonio Sanna, Francesco Bussalai, Pj Gambioli e  Ignazio Figus. Le informazioni contenute in esso sono suscettibili di implementazione: l'elenco può fungere da starting point quando si volesse portare a compimento la ricerca stessa o per approfondimenti relativi ad altre indagini che si rendessero eventualmente necessari al fine soddisfare esigenze conoscitive particolari. Buona visione!

1) I film a soggetto

1916 – Cenere, di Febo Mari, B/N, Italia, 30 min.;

1922 – Cainà, di Gennaro Righelli, B/N, Italia, 50 min;

1929 – La Grazia, di Aldo de Benedetti, B/N, Italia, 115 min.;

1946 – Le vie del peccato, di Giorgio Pàstina, B/N, Italia, 95 min.;

1950 – L’edera (delitto per amore), di Augusto Genina, B/N, Italia, 120 min.;

1952 – Amore rosso (Marianna Sirca), di Aldo Vergano, B/N, Italia 115 min.;

1954 – Proibito (La madre), di Mario Monicelli, Colore, Italia, 115 min.;

1961 - Banditi a Orgosolo, di Vittorio De Seta, B/N, Italia, 98 min.;

1997 – Prima della fucilazione, di Salvatore Mereu, Colore, Italia, 17’07’’;

1999 – Miguel, di Salvatore Mereu, Colore, Italia, ? ;

2008 – Sonetaula, di Salvatore Mereu, Colore, Italia, 157 min.;

2013 – Transumanza, di Salvatore Mereu, Colore, Italia, 1’56''.

 

2) La “fiction” televisiva

1958 - Canne al vento, di Mario Landi, B/N, Italia, 240 min.;

1974 – L’edera, di Giuseppe Fina, B/N, Italia, 180 min.;

1981 – Il cinghialetto, di Claudio Gatto, Colore, Italia, 60 min.;

1993 – Con amore, Fabia, (ispirato a Cosima) di Maria Teresa Camoglio, Colore, Germania, 98 min.;

 

3) Il cinema documentario

1916 – Sardegna – di Biscarra Carlo, B/N, Italia, 25 min.;

1930 – Viaggio di sua eccellenza Teruzzi in Sardegna -  Ist. Luce, senza indicazioni tecniche, B/N, Italia, 9 min.;

1942 – Viaggio del Duce in Sardegna – Ist. Luce, senza indicazioni tecniche, B/N, Italia, 45 min.;

1958 - PASTORI DI ORGOSOLO, di VITTORIO DE SETA, B/N, Italia, 11 min.;

1958 - Un giorno in Barbagia, di Vittorio De Seta, B/N, Italia, 14 min.;

1959 – Incontri di Indro (Programma televisivo: Indro Montanelli incontra Carlo Levi), B/N, Italia, circa 16 minuti;

1962 - Itinerari  deleddiani, di Remo Branca, Colore, Italia, 16 min.;

1963 - La Sardegna un itinerario nel tempo (documentario TV), di Giuseppe Dessì, B/N, Italia, 53 min. circa;

1975 – Corbeddu, di Louis Van Gasteren, Colore, Italia, 60 min. ca;

1979 – Nuoro, La rocca dei pastori, di Orsola Berardelli (Scheda del Ministero del Turismo e Spettacolo), Colore, Italia, durata non indicata;

1986 – Serie Rai “Visti da fuori”, V ^ puntata, Salvatore Satta giurista e scrittore, di Maria Piera Mossa;

1987 – Grazia, quasi Cosima, di Maria Piera Mossa (Rai, 3 ore sei puntate);

1996 - La Sardegna dei Comuni – Nuoro, la roccaforte della cultura sarda, di Marco Antonio Pani, Colore, Italia, 23 min.;

199? - Nuoro e le sue chiese, di Marco Antonio Pani, Colore, Italia, 28 min.;

200? – Paesaggi d’autore, itinerari deleddiani, di Davide Onnis, Colore, 18.41 min.;

?     - La Sardegna delle montagne e del mare, di Salvatore Mereu, Colore, Italia 60 min.

 

4) Le opere dei registi nuoresi

1994 – Il disegno, di Antonio Sanna e Umberto Siotto, B/N, Italia, 11.30 min.;

1995 – Intintos, di Ignazio Figus, Colore, Italia, 33,46 min.;

1996 – Giorni di Lollove, di Ignazio Figus e Virgilio Piras, Colore, Italia, 50,26 min;

2000 – Toccos e repiccos, di Ignazio Figus, Colore, Italia, 89 min.;

2001 – Arcipelaghi, di Giovanni Columbu, Colore, Italia, 95 min.;

2004 – Rivoluzione, di Antonio Sanna e Umberto Siotto, B/N, Italia, 14 min.;

2005 – Bisos de Jana, di PJ Gambioli, B/N, Italia, 8, 40 min.;

2006 – Su batiledhu … no er mortu… no!, Antonio Sanna e Umberto Siotto, Colore, Italia, 20,20 min.;

2006 – Il destinatario dell’anello, di PJ Gambioli, Colore, Italia, 18 min;

2007 – Underwater, di PJ Gambioli, Colore, Italia, 3 min ca.;

2007 – Dalla lana alla trama, storia della tessitura di Nule, di PJ Gambioli, Colore, Italia, 52 min.;

2007 – Vietato attraversare i binari, di Francesco Bussalai, Colore, Italia, 16, 02 min.;

2008 – Alle radici della legalità – L’esperienza del Consorzio Sviluppo Civile, di PJ Gambioli, Colore, Italia, 40 min. ca;

2008 – La valigia di Tidiane Cuccu, di Antonio Sanna e Umberto Siotto, Colore, Italia, 28 min.;

2008 - Trittico pastorale, di Ignazio Figus, Colore, Italia, 82 min.;

2010 – Le Petit Camion – Il camioncino, di PJ Gambioli, Colore, Italia, 20 min.;

2010 – Cancelli di fumo, di Francesco Bussalai, Colore, Italia, 39,39 min.;

2010 - Unu cantu e chelu, di Antonio Sanna e Umberto Siotto, B/N, Italia, 20 min.;

2011 – Il coraggio e la poesia – Voci della poesia logudorese,  di Ignazio Figus, Colore, Italia, 60 min.;

2013 – Su Re, di Giovanni Columbu, Colore, Italia, 80 min.;

2016 – Senza passare dal VIA – di Antonio Sanna e Umberto Siotto, Colore, Italia, 80 min.;

2017 – Omaggio a Louis Van Gasteren, di Antonio Sanna, Colore, Italia, 10 min. ca.;

2017 -  Re:legalized, di Francesco Bussalai, Colore, Italia, circa 60 min.;

2019 – Mamme fuori mercato, di PJ Gambioli, Colore, Italia;

2019 – Filindeu 2.0, di Antonio Sanna, Colore, Italia, 23 min.;

2019 – La cena delle anime, di Ignazio Figus, Colore, Italia, 16 min.

 

 

Giovanni Graziano Manca

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK