Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Giovani barbaricini in Croazia con Malik

Prosegue il progetto Neet

| di a cura della redazione
| Categoria: Associazioni
STAMPA
i giovani che hanno partecipato al corso in Croazia

Hanno appena fatto rientro in Sardegna i dieci partecipanti sardi selezionati dall’Associazione Malik per il progetto NEET, tra i quali era rappresentata anche la Barbagia con giovani di Ollolai, Lodine e Belvì. Tra gli accompagnatori era presente anche la giovane neo consigliera di Ollolai, Maria Laura Ghisu, referente per le politiche giovanili.

Il viaggio si è volto all’interno del progetto NEET, un partenariato strategico europeo che coinvolge organizzazioni croate, portoghesi e sarde (Comune di Klis, CETS e Associazione Malik).  Approvato dall’Agenzia Nazionale per i giovani croata nel 2014 nell’ambito del programma Erasmus+, ha beneficiato del cofinanziamento dei comuni di Ollolai e Lodine.

Quella in Croazia era la terza tappa del progetto. Il primo corso di formazione si è svolto ad Amarante, in Portogallo, dal 26 al 30 maggio. Per cinque giorni trenta giovani barbaricini, croati e portoghesi hanno avuto modo di partecipare ad attività che adottano una metodologia non formale e partecipativa e che sono finalizzate a sviluppare le loro soft skill, sempre più richieste dal mercato del lavoro.

La seconda tappa invece si è tenuta in Barbagia, a Ollolai e Gavoi, dall’8 al 12 giugno. Qui i giovani hanno partecipato ad attività di vario genere: incontri con imprenditori locali, giochi di ruolo, dibattiti, visite guidate e altre attività interattive.

Nella terza e ultima tappa invece (dal 6 al 10 luglio) i giovani di Ollolai, Lodine e Belvì  sono andati a, in Croazia. Il programma prevedeva incontri con imprenditori locali del settore gastronomico, attività mirate a sviluppare le competenze comunicative dei giovani e visite alla fortezza di Klis, il palazzo di Diocleziano a Spalato ed il Parco Naturale di Krka. Tra le attività più importanti si menzionano simulazioni di colloqui di lavoro, compilazione del curriculum vitae, workshop sull’utilizzo dei social network per fini professionali e altre attività non formali.

L’iniziativa, riconosciuta dall’Agenzia nazionale per i giovani croata come esempio di buona pratica, intende migliorare le competenze professionali e stimolare lo spirito imprenditoriale dei giovani inattivi in Barbagia, a Klis (Croazia) e Baixo Tâmega (Portogallo), diminuire il numero di NEET (giovani che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in nessun percorso formativo) nei tre territori e accorciare le distanze tra giovani e decisori politici.

Il progetto proseguirà  a settembre 2015 con la realizzazione di cinque focus group locali, la creazione di una piattaforma per aspiranti imprenditori e di una guida per operatori giovanili. Nel 2016 sono previsti due eventi internazionali a Klis e in Barbagia.
 

a cura della redazione

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK