Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Gommisti italiani, ruolo chiave nella sicurezza stradale

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La diffusione del commercio elettronico anche nel settore automotive sta cambiando anche la professione del gommista, che mantiene comunque un ruolo centrale per promuovere la sicurezza stradale.

L'ecommerce coinvolge anche l'automotive

Le ultime statistiche mostrano che anche in Sardegna l'ecommerce di articoli automobilisti è in aumento, e in particolare gli pneumatici sono tra i prodotti più apprezzati dagli acquirenti digitali. I fattori che spingono gli automobilisti a scegliere i canali digitali come euroimportpneumatici.com sono vari, ma di sicuro prezzo e comodità sono tra i principali motivi nella scelta delle gomme online.

Gli effetti sulla rete dei gommisti

Questo cambiamento di abitudini sta producendo inevitabilmente effetti anche sul mercato dell'indotto dell'automotive e, in particolare, sulla rete dei gommisti italiani, che forse ha reagito con lentezza alle novità e si trova ora impegnata nel riaffermare il proprio ruolo.

Un focus sul settore

È quello che emerge dai continui appuntamenti di settore, come nel caso dell'ultima fiera Autopromotec a Bologna, che ha riunito tutti professionisti del settore dell’autoriparazione e che è stata anche l'occasione per un confronto sul presente e sul futuro dei gommisti. In particolare, i risultati di un sondaggio promosso da Assogomma, Federpneus, AIRP e CNA sono utili per comprendere quali sono le opinioni che i gommisti hanno delle normative che regolano e disciplinano l’attività.

Tra le criticità c'è anche la legislazione

Il punto centrale e comune è la necessità di un miglioramento della legislazione vigente, che deve essere integrata con una attività di controllo e di sanzioni per chi è irregolare. Proprio in questo settore esiste una grande area grigia, evidenziata dai risultati dei controlli della Polizia: soltanto nel 2018 i 749 interventi eseguiti in tutta Italia hanno permesso di portare alla luce ben 166 esercizi fuori norma e 69 abusivi, ovvero non iscritti in Camera di Commercio come titolati ad esercitare la professione di gommista, rispettivamente pari al 22 e al 9 per cento del campione.

Non a caso, il 91 per cento degli intervistati ad Autopromotec è favorevole al ripristino della lista delle attrezzature minime necessarie per esercitare la professione di gommista, come previsto fino a qualche anno fa dalla legge 122/92 che disciplina il sistema di autoriparazione. Proprio il riferimento normativo è definito obsoleto dalle associazioni della filiera e dai professionisti, che ne chiedono un adeguamento anche per affrontare le sempre più stringenti e nuove esigenze tecnologiche.

I Gommisti sono fondamentali per la sicurezza stradale

Come dice Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma, non è sufficiente "produrre gomme nel rispetto di tutte le normative tecniche e giuridiche, aver acquistato le marche più note a garanzia di qualità del prodotto, aver scelto gomme omologate e adatte al proprio veicolo e al periodo stagionale", se poi non si presta "la massima attenzione al corretto montaggio e alla successiva manutenzione" delle stesse.

Pensiero simile espresso da Renzo Servadei, segretario generale di Federpneus, che sottolinea come in uno scenario di forte innovazione tecnologica della mobilità la figura del gommista “deve essere un vero e proprio professionista nella consulenza per la scelta e il montaggio dei pneumatici”.

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK