Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

FONNI. A su Grabiolu un nuovo premio per la bontà dei suoi formaggi

| Categoria: Attualità
STAMPA

Un pecorino che va bene per tutti, anche per coloro che solitamente non possono mangiarlo perchè intolleranti al lattosio. Con questo prodotto altamente innovativo il caseificio fattoria Su Gabriolu, dei fonnesi Giovanni Busia e Michelina Mulas è stato premiato anche quest'anno nella categoria "senza lattosio" al concorso Crudi in Italia, premio nazionale per i prodotti del caseario a latte crudo. "Una delle più importanti istituzioni per la valorizzazione e sensibilizzazione di allevamento - spiegano dalla Associazione Cuochi dell'Alta Etruria che organizza la manifestazione -, dei metodi di produzione del latte, della qualità e aspetto nutrizionale del prodotto finito, oltre ai relativi successivi utilizzi, anche nell’ottica della “filiera corta” e della tracciabilità del prodotto a latte crudo. L'evento vanta tra gli enti sostenitori anche il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo". Un palcoscenico nazionale quindi per l'azienda che ha sede a Siamanna, dove inizia e si chiude la filiera, con la produzione di una vasta gamma di prodotti garantiti dall'utilizzo delle tecniche casearie di un tempo, accompagnate da una costante ricerca e sperimentazione per soddisfare le esigenze dei clienti. L'azienda non è nuova a questo tipo di riconoscimenti, infatti anche l'anno scorso in occasione della edizione 2018 di Crudi in Italia, Giovanni Busia ha ritirato dalle mani della giuria il riconoscimento per un lavoro che sta regalando alla sua azienda tantissime soddisfazioni. La fattoria su Gabriolu, rappresenta un'eccellenza nel comparto agropastorale, perchè puntando alla qualità e non alla quantità, ha scelto di declinare la sua attività anche in accoglienza e ospitalità, attraverso un agriturismo e una fattoria didattica che con il caseificio, danno la possibilità di conoscere da vicino il mondo agricolo e produttivo. Il riconoscimento nazionale nuovamente ottenuto, pur se specifico della qualità casearia del pecorino ad alta digeribilità, conferma quindi che la strada da seguire è quella dell'attenzione ai ritmi della natura e a un modo di lavorare che rispetta la stagionalità.

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK