Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

GAVOI. Tra il 2019 e il 2020 impegnati 3 milioni di euro

L'amministrazione comunale guidata da Comunidade si appresta ad affrontare l'ultimo semestre amministrativo

| Categoria: Attualità
STAMPA
Foto Comunidade

L’Amministrazione Comunale di Gavoi inizia il nuovo anno con i conti a posto, il bilancio approvato per tempo e una programmazione ben definita per il 2020.

Lunedì 30 dicembre, infatti, l’amministrazione ha chiuso l’attività consiliare per il 2019 tracciando azioni e progetti per il primo semestre 2020. L’ultimo consiglio dell’anno è stato anche l’occasione per analizzare la situazione attuale e lo stato di avanzamento di progetti e azioni già avviati.

Con la presentazione del Documento Unico di Programmazione, del Piano delle Opere Pubbliche e del Bilancio di Previsione l’amministrazione ha tutti gli strumenti per orientare il lavoro politico e amministrativo futuro senza dover ricorrere all’esercizio provvisorio.

“Con la presentazione più che puntuale del Bilancio di Previsione e di una programmazione politica accurata e dettagliata, che si dipana nel DUP – afferma l’Assessore Franco Dore - mettiamo l’ente in condizione di operare finanziariamente e amministrativamente al meglio da subito e i cittadini di poter approfondire la conoscenza dei meccanismi amministrativi così da partecipare in modo consapevole. Abbiamo presentato, come negli anni passati, un bilancio sano, frutto di una gestione oculata e attenta al bene pubblico – prosegue Dore - che rispetta tutte le norme del Bilancio Armonizzato, che conferma e promuove stanziamenti per servizi prioritari, solidi pilastri per la nostra comunità, che registra importanti voci in aumento provenienti da finanziamenti fortemente ricercati dall’amministrazione e impegni di spesa per opere pubbliche frutto di una programmazione partecipativa”.

“Siamo soddisfatti – ha sostenuto il Sindaco Giovanni Cugusi in consiglio – dei risultati dell’ultimo anno di amministrazione e ci approcciamo all’ultimo semestre del nostro mandato con grande energia e fiducia, forti della realizzazione della gran parte del programma amministrativo e pronti a portare a termine quanto iniziato o programmato nel 2019, soprattutto riguardo alla progettazione, finanziamento e realizzazione di importanti opere pubbliche.

Abbiamo predisposto un Documento Unico di Programmazione che analizza il contesto, lo stato dell’arte, gli effetti delle azioni fin qui svolte e gli obiettivi a breve termine per l’anno appena iniziato; un canovaccio sicuro sul quale agire per affrontare i problemi dello spopolamento delle zone interne attraverso la lotta per i servizi e le attività economiche (sanità, scuole, uffici pubblici, lavoro, impresa, turismo, cultura, benessere etc.). La macchina amministrativa del Comune di Gavoi, fra il 2019 e il 2020, inoltre, è stata sarà fortemente rinnovata e rafforzata. Abbiamo, infatti, un nuovo Necroforo, un nuovo Responsabile Economico Finanziario, una nuova Operatrice Culturale, sono in corso le selezioni per un posto di Istruttore Amministrativo Anagrafe e per un nuovo vigile urbano, mentre ci apprestiamo a pubblicare i bandi per un Operaio Tecnico e un Funzionario Amministrativo, aumentando così la dotazione organica di un’unità. Anche questo, assieme alla dotazione del comune di regolamenti attuali ed efficaci e all’attrazione di nuovi finanziamenti in ogni settore sarà il buon viatico per il 2020.

Il 2019 è stato un anno importante per le opere pubbliche con la realizzazione nel nuovo impianto sportivo Maristiai che attende solo la conclusione delle opere di contorno – ha rimarcato Cugusi - e la realizzazione di opere importanti di manutenzione stradale e su edifici pubblici. È stato anche l’anno per grandi risultati politici (la realizzazione dei lavori sulla Strada Provinciale 30, la riapertura del Consultorio e il potenziamento della Casa della Salute per citarne alcuni) e di realizzazione di progetti importanti che hanno connotato l’azione amministrativa come i percorsi di consapevolezza nel mondo di internet e dei social network, GenitoriAndo Si Impara, Limba, Babacorreddas, Pro Memoria Auschwitz, azioni contro il bullismo, supporto alle iniziative sportive (il Triathlon del Gennargentu con la prova di nuoto sul Lago, Gusana Canoa Raduno sono solo un esempio) e agli eventi enogastronomici, identitari e culturali (Ospitalità nel Cuore della Barbagia, Isola delle Storie, Word Press Photo, CineTumbarinu, laboratori teatrali, animazione per i più piccoli, mostre etc.). Abbiamo messo in campo tante energie con uno sguardo attento alle persone più deboli, ai minori, ai bisogni educativi e formativi (un forte segnale è arrivato dal raggiungimento del diploma da parte di 16 studenti del nuovo corso serale), ai disabili alle nuove povertà con azioni più decise nel contrasto alla disoccupazione (attraverso i cantieri verdi e la realizzazione del cantiere Lavoras di nuova attivazione, i progetti di SCN e i numerosi appalti evasi che vanno a dare una forte spinta all’economia locale)”.

Durante lo stesso consiglio (dove assessori e consiglieri hanno delineato gli obiettivi a breve termine settore per settore) è stato presentato dall’Assessore del Territorio Ivan Urru anche il Piano Triennale delle Opere Pubbliche, con le opere che superano i 100mila euro di budget che vanno a sommarsi alle “piccole” opere del Piano Straordinario della Sicurezza, Efficienza e Manutenzione. “Anche quest’anno – ha affermato l’assessore - prevediamo un forte impegno per l’ente con opere di grande importanza per le quali sono stati intercettati finanziamenti e impegnati fondi di bilancio grazie alla azione progettuale costante degli uffici e della amministrazione. Altri fondi provenienti da bandi regionali (ai quali l’ente ha già risposto) si attendono per il 2020 e saranno potenzialmente oggetto di variazioni di bilancio e attivazione di nuove gare (si attendono anche gli esiti di un ricorso al Tar su un finanziamento da 400.000 euro per l’adeguamento della struttura del Camping). A incidere sugli esercizi 2019-2020 – ha spiegato Urru - si concluderanno la riqualificazione degli impianti sportivi a Maristiai (660.000 euro circa fra fondi Coni, Ras e Bilancio), i lavori di ripristino della ex cava Nodu Gurrai (203.000 da fondi Ras), la riqualificazione della strada comunale Sa Itria – Su Punteddu – Urgurui (200.000 da fondi Psr-Ras), i lavori di adeguamento e riqualificazione del Palazzo Comunale (195.000 Bilancio), solo per citarne alcuni.

Con 300.000 euro da fondi di bilancio abbiamo finanziato la messa in sicurezza e il ripristino dello stabile dell’Ex Esmas, all’interno del quale sarà realizzato un ampio salone e saranno messi a norma impianti e locali d’appoggio, dotando finalmente il paese di uno spazio che consentirà plurime attività. I lavori edili, preparatori all’intervento principale hanno visto impegnati gli operai del Cantiere Lavoras. È già stato consegnato a riguardo il progetto esecutivo. Ulteriori 100.000 € sono stati invece stanziati per la messa in sicurezza di muri di contenimento pericolanti e per altri piccoli interventi su strade e marciapiedi anch’essi inseriti nel Piano Straordinario della Manutenzioni. Altri 200.000 sono stati disposti per un progetto importantissimo di messa in sicurezza e completa ristrutturazione del cortile interno dell'Istituto Comprensivo per consentirne il pieno utilizzo da parte degli alunni della scuola. Anche riguardo a quest’opera è già stata realizzata la progettazione.

A questi importi si sono aggiunti in chiusura d’anno 70.000 € di finanziamento RAS per l’installazione di apparecchi per la videosorveglianza e 50.000 provenienti dal Governo e destinati a progetti di ecososteniblità ed efficientamento energetico che per i locali della Ludoteca Comunale che saranno resi più confortevoli ed ecosostenibili attraverso la sostituzione dei vecchi infissi. Ulteriori lavori hanno interessato e interesseranno nell’immediato la strada di Gaidanu, che vedrà anche la messa in sicurezza con la potatura degli alberi che sfiorano la carreggiata (per la quale abbiamo pubblicato una manifestazione d’interesse alla fruizione del legnatico aperta ai cittadini), la riqualificazione di piazzette all’interno del centro abitato etc. Con atri 50.000 euro circa di finanziamento Ras, assieme all’Unione dei Comuni, faremo partire la manutenzione di sentieri e itinerari rurali nel versante est del territorio mentre riguardo alla sicurezza idrogeologica proseguiremo con un intervento (già finanziato fino al 2021 dalla Ras) di manutenzione dei tratti più critici di fiumi e torrenti. Possono dirsi invece quasi conclusi, anche se avranno una coda nel 2020, i lavori per la realizzazione delle opere di contorno del nuovo impianto del Maristiai.

Abbiamo così messo in moto – ha rimarcato in chiusura l’assessore – una somma che si aggira attorno ai 3 milioni di euro, una vera boccata d’ossigeno per l’economia locale, per il settore costruttivo e non solo”.

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK