Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Gavoi. I ragazzi della 5 Igea a Montecitorio con una proposta di modifica dello Statuto sardo.

La classe punta alla riduzione dei consiglieri regionali sardi.

| di Michela Columbu
| Categoria: Attualità
STAMPA
La classe in visita al Senato della Repubblica il 1 dicembre 2012

Gavoi. Modificare l’articolo 16 dello  Statuto speciale per la Sardegna con la riduzione da 80 a 30 del numero dei consiglieri regionali sardi. E’ questo l’obiettivo dei ragazzi della 5° Igea dell’istituto barbaricino  guidati dalla professoressa Miria Cucca, che grazie a questa proposta  sono stati selezionati per “la giornata di formazione a Montecitorio”. Il 14 e 15 maggio infatti saranno a Roma e incontreranno i membri dell’Ufficio di Presidenza della Camera, i deputati del territorio e i membri di una commissione parlamentare. E’ la seconda volta che una quinta dell’ Istituto ex Floris viene scelta in questo tipo di selezione: nel 2008 fu grazie a una proposta di legge costituzionale sull'uso della lingua sarda nelle scuole della provincia di Nuoro. Ora invece la proposta di riduzione del numero dei consiglieri regionali sardi, è la logica conseguenza del periodo che stiamo vivendo: “le istituzioni dovrebbero dare un segnale forte di riduzione degli sprechi, mettendo in atto finalmente i tanto declamati tagli della politica che finora sono stati attuati in modo poco significativo. Anche in virtù – si legge nella nota – del risultato del referendum regionale consultivo sulla riduzione dei consiglieri da 80 a 50, tenutosi a maggio del 2012, che ha registrato un largo consenso tra i votanti, a favore della riduzione dei consiglieri”. La proposta di modifica dei ragazzi, supera nei numeri le proposte di legge costituzionale entrambe di iniziativa del Consiglio regionale della Sardegna  che riducono il numero dei consiglieri regionali da 80 a 60 oggetto in questo periodo di discussione in Parlamento. Un tema importante questo, che coinvolge in maniera diretta i ragazzi: è fondamentale per la professoressa Miria Cucca sottolineare il ruolo importante di formazione che continua a svolgere la scuola gavoese: “Nonostante la soppressione dell’istituto, confluito nell’I.I.S. “Ciusa” di Nuoro, abbiamo trovato la forza di reagire e di continuare a lavorare come abbiamo sempre fatto. Questo premio significa, per la ormai sede di Gavoi del “Ciusa”, che in questo istituto ci sono ancora le motivazioni per formare i giovani e dotarli delle competenze utili ad affrontare le sfide della vita e del mondo del lavoro, che li attendono al termine del percorso scolastico - continua la docente di diritto - Un particolare ringraziamento va al Dirigente Scolastico prof. Francesco Cucca che ha supportato l’intero percorso, e agli alunni della sezione Liceo Artistico del “Ciusa” guidati dal prof. Medda per il supporto dato al progetto”.     

Michela Columbu

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK