Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

TETI. Oggi e domani Cortes apertas

a cura della redazione
Condividi su:

TETI. Entra nel vivo  “S’ Iscusorzu ‘e Teti", manifestazione all’insegna della solidarietà. Il sindaco Laila Dearca e la sua amministrazione hanno, infatti deciso di destinare tutto il ricavato della tre giorni alle popolazioni colpite dall’alluvione il 18 novembre scorso.

Tante le cortes che saranno aperte ai visitatori in cui si potrà conoscere il vero saper fare tetiese. Ce n'è per tutti i gusti davvero. In diverse Cortes sarà possibile vedere dal vivo gli artigiani al lavoro.

Centrale nel programma sarà l’archeologia con diverse mostre e conferenze che presenteranno il ricco patrimonio locale.

Di seguito vi proponiamo un articolo tratto dal sito della Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro che presenta tutte le iniziative in programma al riguardo.

Sabato 30 novembre e domenica 1° dicembre, nell'ambito della manifestazione Autunno in Barbagia si svolgerà a Teti una serie di attività incentrate sul patrimonio archeologico o ad esso ispirate. Il paese barbaricino è infatti noto a partire dal 1800, grazie al ritrovamento della più importante serie di bronzetti nuragici, ora esposti al Museo di Cagliari.
Si inizia sabato 30 novembre alle ore 15 presso il Museo Archeologico Comprensoriale con la conferenza organizzata dall'Amministrazione Comunale in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici e l'Università di Sassari. Anna Depalmas, dell'Università di Sassari, illustrerà i risultati della campagna di scavo recentemente conclusa presso il recinto sacro di Abini; l'archeologa Lidia Puddu e la restauratrice Eliana Natini parleranno dello studio e il restauro dei materiali delle indagini del 2000-2002, sempre ad Abini; Nadia Canu, archeologa della Soprintendenza responsabile per il territorio di Teti, parlerà degli scavi di magazzino e delle opportunità di scoperta che vi si celano. Verranno inoltre resi noti i risultati dell'analisi di autenticità su un reperto molto discusso, la barchetta fittile proveniente dai pressi di Abini, che è stata presentata ed esposta al Museo già in occasione di Cortes Apertas 2012.

Domenica primo dicembre alle 9.30 si svolgerà presso il Museo Archeologico il laboratorio di ceramica nuragica a cura del ceramista Umberto Soddu, quindi alle 10 presso la biblioteca seguirà la conferenza a cura dell'archeologo Matteo Tatti sul sito di Abini. Nel pomeriggio, dalle 15:00 nella piazza del Museo, si svolgerà il laboratorio di archeologia sperimentale a cura dell'archeologo Claudio Bulla in collaborazione con l'archeologa Daniela Mastino, che procederanno alla fusione e alla colata del bronzo per la riproduzione di utensili nuragici.

Sabato e domenica saranno disponibili dei Bus navetta che accompagneranno i visitatori in un percorso culturale/ ambientale, dal Museo Archeologico al Villaggio Nuragico di S'Urbale al Parco Comunale di San Sebastiano. Le visite guidate saranno a cura degli operatori della cooperativa Su Nuraghe, che gestisce il Museo. Nel corso della manifestazione saranno inoltre visibili le riproduzioni di 5 bronzetti, alte circa  tre metri e realizzate durante il laboratorio comunale "Ricostruiamo i bronzi di Abini".
 

Programma Cortes archeologiche a Teti. Sotto allegato il programma completo in pdf (scaricabile). 

 

Sabato 

Ore 15:00 - Conferenza presso il Museo Archeologico, organizzata dall’Amministrazione
Comunale in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici e l'Università di Sassari

prof.ssa Anna Depalmas (Università di Sassari):
“Criccande S’Istoria in Abini”. Primi risultati campagna di scavi 2013.

dott.ssa Lidia Puddu (archeologa), dott.ssa Eliana Natini (Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro)
Abini. Materiali delle indagini 2000-2002: dallo studio al restauro.

Dott.ssa Nadia Canu (Soprintendenza per i Beni Archeologici per le Provincie di Sassari e
Nuoro)
“Scavi di Magazzino” a Teti.

Ore 16:30 - Accensione falò – Inizio evento "Su Sennoreddu e sos de s’iscusorzu…" come tutto ebbe inizio… il rinvenimento dei Bronzi di Abini.

Domenica

Ore 09:30 - Mostra espositiva e Laboratorio di ceramica nuragica a cura del ceramista Umberto Soddu presso Museo archeologico
Ipotesi sui vari materiali e tecniche di lavorazione utilizzate per la cottura della ceramica 

Ore 10:00 -  Conferenza a cura di Dr. Matteo Tatti, Biblioteca
Abini: dalla storia alle storie… alla poesia

Ore 15:00 Laboratorio di Archeologia sperimentale a cura dell'archeologo Claudio Bulla in collaborazione con la dott.ssa Daniela Mastino, Piazza Pietro Lavra fronte Museo Archeologico
Fusione e colata del bronzo, creazione di utensili in bronzo

Ore 16:30 - Accensione falò – Inizio evento "Su Sennoreddu e sos de s’iscusorzu…" come tutto ebbe inizio… il rinvenimento dei Bronzi di Abini.

Dalle ore 9.30 alle ore 16.30 di sabato 30 novembre e domenica 1° dicembre saranno
disponibili dei Bus navetta che accompagneranno i visitatori in un percorso culturale/ ambientale, dal Museo Archeologico Comprensoriale al Villaggio Nuragico di S’Urbale al Parco Comunale di San Sebastiano. Le visite guidate saranno a cura degli operatori della cooperativa Su Nuraghe, che gestisce il Museo.
Nel corso della manifestazione saranno inoltre visibili le riproduzioni di 5 bronzi di Abini alte circa  tre metri e realizzate durante il laboratorio comunale Ricostruiamo i bronzi di Abini.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook