Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

GAVOI. Domani si inaugura il Festival l'Isola delle Storie

Ufficio stampa GLASS studio
02/07/2014
Comunicati Stampa
Condividi su:
Ufficio stampa GLASS studio

GAVOI. Finito il tempo dell’attesa, inaugura domani, giovedì 3 Luglio 2014, l’XI edizione del Festival Letterario della Sardegna che per tutto il fine settimana porterà a Gavoi un pubblico curioso e attento insieme a importanti ospiti.

L’apertura verso l’Europa - sottolineata dalla stretta collaborazione con i principali Istituti di Cultura europei in Italia e l'Eunic - European Union National Institutes for Culture - ha caratterizzato le ultime edizioni dell’Isola delle Storie e ha permesso di far conoscere al pubblico autori, poeti e musicisti provenienti da differenti culture ed esperienze, aprendo così le porte del Festival a nuove storie da ascoltare.

Ne è un esempio la seconda edizione del fortunato progetto musicale “Concerto per l’Europa a Gavoi” guidato dal trombettista Maciej Fortuna e coordinato quest'anno dall’Istituto di Cultura Polacco di Roma "Felicissimo - secondo le parole del suo Direttore, Pawel Stasikowski - di tornare all'Isola delle Storie soprattutto per ripetere l'ingegnoso progetto del "Concerto" che quest'anno passa da 5 a 6 paesi coinvolti in questa straordinaria esperienza. Artisti di altissimo livello provenienti dall'Austria, Germania, Italia, Polonia, Regno Unito e Romania si incontrano al Festival Letterario della Sardegna per comunicare e creare nell'universale lingua della musica, per trasmetterci in suoni il tesoro culturale dei propri paesi, per emozionarci, per arricchirci, per conquistarci. Ovvero quello per cui migliaia di persone da undici anni vengono a Gavoi". Inoltre, sottolinea Stasikowski, "Il Concerto ha quest'anno un particolare valore per l'Europa che festeggia 25 anni senza muri e totalitarismi all'interno del proprio cuore. Prima del 1989 far incontrare artisti e culture provenienti dai lati opposti della cortina di ferro non sarebbe stato possibile neanche nelle storie più belle. Il messaggio che desideriamo quindi trasmettere quest'anno con il "Concerto per l'Europa a Gavoi" è proprio quello di un'Europa ancora più libera, aperta e creativa".

Sei sono, quindi, i Paesi e i musicisti coinvolti nello spettacolo musicale originale che domani sera aprirà il Festival alle ore 22.00 nel Giardino Comunale. Oltre al già citato trombettista polacco saranno insieme sul palco: la cantante sarda Filomena Campus per l’Italia, Angelika Niescier al sax per la Germania, Fraser Fifield con sax, flauti e cornamusa per la Gran Bretagna, Eugen Gondi dalla Romania con le percussioni e l'austriaco Christian Wendt al contrabbasso.

Il progetto “Concerto per l’Europa a Gavoi” è, inoltre, reso possibile grazie al sostegno di Enel che è attivamente impegnata per la cultura in tutti i Paesi del mondo in cui opera. Per questo l’azienda sostiene il Festival letterario di Gavoi, condividendo lo spirito di valorizzazione delle eccellenze culturali che l’iniziativa stessa esprime. La storica presenza di Enel nel territorio con gli impianti idroelettrici e la diga di Gusana, opera incastonata negli splendidi paesaggi dell’omonimo lago, la crescita culturale che il Festival si prefigge, costituiscono un interessante connubio mirato a promuovere uno sviluppo sostenibile.

Prevista per domani anche l’apertura di due importanti mostre che vanno ad aggiungersi all'imperdibile esposizione di Collages della poetessa polacca Wislawa Szymborska - alla quale quest'anno il Festival rende omaggio con differenti iniziative - inaugurata in occasione del Preludio lo scorso 14 giugno: Orizzonte in Italia - curata dal Museo MAN di Nuoro - e L’isola dei tessuti,  presentata dal MURATS, Museo Unico Regionale dell'Arte Tessile Sarda, e il Comune di Samugheo.

Orizzonte in Italia - ospitato negli spazi del Museo Comunale - è un progetto espositivo concepito in due tappe: la prima a Gavoi, in cui viene presentato il lavoro di Antonio Rovaldi nato dal viaggio compiuto in bicicletta nel 2011 lungo tutto il perimetro della penisola per fotografare la linea dell’orizzonte, da confine a confine; la seconda a  Nuoro, negli spazi del museo, prevista per il mese di febbraio, in cui l'artista presenterà un nuovo lavoro, concepito come un'estensione del primo, nato da un viaggio, sempre in bicicletta, lungo il perimetro della Sardegna che l'artista compirà durante il mese di giugno di questo anno e che proprio a Gavoi vedrà la sua conclusione.

L'esposizione L'Isola dei tessuti, allestita a Casa Maoddi, è, invece, una selezione di preziosi manufatti appartenenti alla Collezione del Museo, databili in un periodo compreso tra la fine del 1700 alla prima metà del 1900 la cui provenienza rappresenta le diverse zone della Sardegna, tra questi alcuni rari esempi di manufatti quali le "Affacciadas" - del 1700 - e "Tapinu e mortu" - del 1800 - ma anche bisacce, copri cassapanche e arazzi. La mostra è completata dal progetto dell’artista sassarese Pier Paolo Luvoni che presenta una serie di lavori incentrati proprio sull'arte tessile sarda: un'installazione site-specific, dal titolo “Steps that echo”, che altera lo spazio architettonico in cui viene presentata e crea una relazione con il fruitore invitato a entrare per sperimentare una sorta di smarrimento cognitivo, un passaggio impraticabile, una strada senza uscita, e una serie di oggetti che pur mantenendo il loro aspetto originario, mutano di significato.

Apre domani, sempre a Casa Maoddi, anche la nuova parte del progetto Raccontami La Tua Impresa nato dalla collaborazione tra l'Associazione L'Isola delle Storie e la Camera di Commercio di Nuoro con lo scopo di raccontare e promuovere il territorio e la provincia, attraverso la voce e le immagini di chi abita, vive e lavora in questi luoghi. Oltre ai video realizzati con le aziende coinvolte in questa edizione, sono in mostra anche alcuni oggetti e creazioni che ne appresentano lo spirito.

Il Festival è organizzato dall'Associazione Culturale l'Isola delle Storie, con il Patrocinio della Presidente del Consiglio Regionale della Sardegna, e con il sostegno di Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna, Assessorato Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Sardegna, Comune di Gavoi, Camera di Commercio, Industria Agricoltura Artigianato di Nuoro, Fondazione Banco di Sardegna, Banca di Sassari, Enel, GAL BMGS - Barbagia, Mandrolisai, Gennargentu, Supramonte, Bim Bacino Imbrifero Montano del Taloro, Comune di Lodine.

Condividi su:
Ufficio stampa GLASS studio

Seguici su Facebook