Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Ollolai: "La Regione deve deliberare per la zona franca integrale"

| di labaseonline.it
| Categoria: Economia
STAMPA
Foto labaseoline.it

Ollolai. “Il consiglio regionale deve deliberare affinchè la Sardegna diventi zona franca integrale e lavorare per una fiscalità sarda”. E' stata la conclusione di Efisio Arbau ieri sera a Ollolai nell’assemblea sulla zona franca. Pensiero condiviso dai movimenti presenti con Antioco Patta, Stefano Zola ed il comitato di Orgosolo. La parola deve passare dunque all’assemblea dei sardi, dove nei giorni scorsi sono state presentate quasi contemporanea tre mozioni. La prima dal consigliere barbaricino Efisio Arbau (sottoscritta da altri 8 colleghi: Sabattini, Mario Diana, Antonio Solinas, Cuccu, Gianvalerio Sanna, Mariani, Mulas, Campus, Valerio Meloni), la seconda dal Partito democratico e la terza dal centrodestra. E’ lì che ci deve essere un condiviso via libera ad una nuova fiscalità che, ha sottolineato Arbau, “non significa affatto non pagare più tasse ma dare vita ad un sistema fiscale sardo”.

I movimenti hanno presentato nel dettaglio i benefici che porterebbe l’adesione alla zona franca. Sistema che hanno studiato nei minimi dettagli. Per questo dicono “è ora di finirla con la ricerca di cavilli, dopo 60 anni di sterili discussioni dobbiamo adoperarci per approvarla”. Anche perché “non abbiamo più tempo da perdere, questa è l’unica alternativa alla crisi che sta portando alla chiusura dell’economia sarda” secondo Stefano Zola. La discussione è stata seguita con attenzione dai presenti, molto interessati all’argomento, come hanno evidenziato le domande poste ai relatori. “Nessuno dei paesi che ha finora aderito alla zona franca si è pentito della scelta – ha ricordato Patta – anzi hanno tutti migliorato la propria economia”. 

labaseonline.it

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK