Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Prove di dialogo Sardegna-Corsica in Consiglio Regionale per la Zona Franca: la proposta del barbaricino Efisio Arbau

| di Michela Columbu
| Categoria: Politica
STAMPA
printpreview

“Una riunione congiunta del Consiglio regionale e dell'assemblea corsa per intavolare un discorso unico sul tema dell’insularità e sulla necessità della zona franca” è la proposta del consigliere barbaricino Efisio Arbau (Sardegna Vera), che ha ribadito l'urgenza di procedere con la perimetrazione delle aree franche doganali. Idea quest’ultima, condivisa anche da Alessandra Zedda (Forza Italia).

La proposta è stata presentata durante la due giorni di incontri in Sardegna di una delegazione  composta da esponenti politici corsi, e i capigruppo in Consiglio Regionale con i quali si è intavolato un discorso per cercare di ottenere un piano strategico comune tra Sardegna e Corsica, superare il gap dell'insularità e competere con uguali opportunità in Europa e nel mondo. 

Efisio Arbau, che già si è fatto promotore di diverse iniziative a favore della istituzione di zone con fiscalità di vantaggio con proposte che se attuate darebbero nell’immediato grossi vantaggi alla Sardegna (leggi la proposta per portare i depositi commerciali della Saras in Sardegna in zone coperte dalla zona franca, con conseguente vantaggio delle casse della Regione e a favore della stessa Saras), plaude alla collaborazione con la Corsica, e appunto, in un’ottica di seria collaborazione, invita a convocare un consiglio extra regionale con la partecipazione del Parlamento dell’isola sorella.

“Abbiamo in comune con la Corsica molto di più delle problematiche legate all’insularità, e avviare un confronto serio con le istituzioni corse, non potrà che rafforzare la nostra voce in Europa” conclude Efisio Arbau.

 

Michela Columbu

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK