Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Cirinà. "Adesso ci crediamo anche noi"

Foto Siesko

| di Michele Arbau
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Taloro. Fadda, Satta, Frau (68’ Melis), Pinna, Silvetti, Gutierrez, Cherchi (81’ Noli), Mura (60’ Luca Piras), Canessini, Piredda, Mele. A disposizione. Cottu, Deiana, Brundu, Matteo Piras. Allenatore Ivan Cirinà.
Olbia. Manis, Picinnu (46’ Budroni), Melasa, Varrucciu, Melino, Piras (80’ Lartey), Pala (66’ Siazzu), Di Gennaro, Posebon, Tedde, Aloie.

 

Arbitro. Nehrin di Cagliari. 

 

Reti. 2' Aloia, 12' Canessini, 29' Di Gennaro, 40' Cherchi, 59' Pinna, 80' Mele.

 

Il Taloro vince e convince. Primo posto in classifica conquistato a suon di vittorie (ora sono sette consecutive) e bel gioco. Il primo posto non è casuale. La squadra oggi ha dimostrato non solo di saper giocare a calcio ma di avere un grande carattere. Riuscire a pareggiare per bene due volte contro l’Olbia è sintomo di una formazione forte, pronta per il salto di categoria. “Mi è piaciuto il carattere – commenta Ivan Cirinà – Siamo riusciti a raddrizzare la gara due volte. Siamo rimasti, calmi, tranquilli e determinati. Nella ripresa siamo andati in vantaggio dopo 9 minuti. Sono sintomi di una squadra solida e matura che sa quello che vuole”. La gara secondo il mister si è decisa lì. “Quando siamo rientrati negli spogliatoi ho detto ai ragazzi che noi eravamo avvantaggiati psicologicamente, loro ci stavano temendo perché avevamo recuperare lo svantaggio. Ero sicuro di vincere, sapevo che nella ripresa saremo riusciti a prevalere”. E cosi è stato.  L’Olbia praticamente non è rientrata dagli spogliatoi, erano nervosi, pochi concentrati. Merito dei gavoesi che invece erano lucidi e hanno saputo prevalere anche psicologicamente, come solo le grandi sanno fare. Una squadra perfetta, che gioca a calcio. “Le vittorie aiutano a vincere e adesso iniziamo a crederci” ammette Cirinà. “La classifica è sempre più  interessante. Abbiamo guadagnato punti anche rispetto alle inseguitrici. Speriamo di arrivare con queste posizioni a marzo, quando si decide il campionato”. In campo i rossoblu sono stati 14 leoni. Tutti bravi, con Cherchi più bravo di tutti. Assit, gol, passaggi telecomandati. Quando partiva era imprendibile. Di un’altra categoria. “La vittoria è dedicata alla società, ai tifosi, alla squadra – dice Cirinà – abbiamo fatto una piccola cosa che per l’ambiente vale tanto. Il pubblico si è sicuramente divertito, ha assistito ad una bella partita, giocata bene da entrambe. Per noi è stata forse la migliore della stagione. Siamo contenti, siamo a mille, ci stiamo divertendo e vogliamo continuare su questa  strada” conclude il mister.  

Michele Arbau

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK