Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Oggi Fonni - Sirbons Gavoi giocano per il titolo provinciale Acsi.

In campo anche i Nuovi mostri di Ovodda per la finale play out.

| di Michele Arbau
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

E’ in programma questa sera al Sertinu di Macomer la finale di calcio Acsi. Chi vince si porta a casa il titolo di campione provinciale amatoriale. La sfida è tutta barbaricina. Si affronteranno, infatti, Fonni – Sirbons Gavoi. Che rinnovano la sfida del campionato: si sono divise le prime due posizioni nel girone Barbagia. Per arrivare alla finale di oggi le due formazioni sono dovute passare per i play off, dove si sono affrontate le prime quattro classificate nei gironi Barbagia e Marghine. Prima della finalissima, oggi si disputerà anche la finale play out, Nuovi mostri Ovodda – Leiese, e la finale per il 3 – 4 posto tra Bono e Uliana Blancos (tutte, eccetto la Leiese, provengono dal girone Barbagia, che quest’anno si è dimostrato di gran lunga più forte di quello del Marghine). L’inizio delle gare è per le 15,30. La finale è in programma alle 19. La favorita è il Fonni, che nel proprio girone è arrivata prima, battendo sia all’andata che al ritorno i Sirbons. “Sappiamo di non partire con i favori del pronostico, ma non ci sentiamo inferiori al Fonni. Con un po più di attenzione rispetto al campionato possiamo farcela” sostiene il presidente dei Sirbons Mauro Lai. Al titolo punta anche il Fonni, che vuole bissare il successo di quattro anni fa. “Vogliamo il titolo ma non sarà facile – risponde Giuseppe Loddo –. Il Gavoi ha una bella squadra”. Ma più che alla vittoria entrambi i presidenti guardano al divertimento. “Qui l’agonismo non esiste, anche se sul piano tecnico non siamo certo inferiori alla Terza e Seconda categoria” spiegano. “E’ un campionato tra amici, dove è più importante il momento conviviale post partita rispetto al risultato” racconta Giuseppe Loddo. Le formazioni sono composte da ex giocatori, da tesserati FIGC (ogni squadra ne può schierare due a partita)e anche da chi del calcio ha solo la passione. “Possiamo effettuare 6 – 7 cambi per gara, questo ci consente di giocare tutti”. E anche il regolamento la pensa in questo modo. Infatti come dice Mauro Lai “il premio più importante non va alla prima classificata ma alla squadra che si è distinta in fair play”. In questo campionato si gioca più rilassati e senza avere l’assillo delle date. “Il calendario è flessibile. Le squadre che giocano in casa decidono il giorno” prosegue Lai. A Gavoi di solito si gioca il lunedì, a Fonni il sabato, da altre parti anche il giovedì.      

Michele Arbau

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK