Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ovodda, in inferiorità numerica per 80 minuti, fermato sul pareggio a La Caletta. Un minuto di raccoglimento per l'ex Podda

A cura della redazione
Condividi su:

La Caletta - Ovodda 1 - 1

Ovodda. Conti, Ladu, Sulas, Demelas, Malgari, Augusto Sedda, Frongia (80’ Curreli), Loddo (55’ Matteo Littarru), Soru (70’ Matteoli), Langiu, Marras. Allenatore Luca Pira.
La partita è cominciata con un minuto di raccoglimento. La società della Polisportiva La Caletta ha voluto ricordare il suo ex calciatore, lo sfortunato Marco Podda, il giovane di Ollolai scomparso la notte scorsa in seguito ad un incidente stradale.

Al via sono gli ospiti a fare la partita. La formazione di Luca Pira, che nel girone di ritorno ha sempre vinto (5 consecutive), conferma l’ottimo stato di salute e mete sotto l’avversario.

Al 14’ arriva il vantaggio con Marras, che con un’azione personale scatta dalla sinistra e beffa il bravo Capra con un preciso diagonale.

Passano solo due minuti e l’arbitro assegna un calcio di rigore ai padroni di casa mostrando contemporaneamente il cartellino rosso a Sulas che lascia i suoi in inferiorità numerica dopo appena 16 minuti dall’inizio della gara.

La decisione arbitrale lascia di sasso la dirigenza e i giocatori ovoddesi, secondo i quali il rigore era dubbio e sicuramente non c’erano gli estremi per l’espulsione.

Dagli undici metri il La Caletta pareggia.

Pur in inferiorità numerica sono i barbaricini a fare la gara e a rendersi sempre pericolosi, creando diverse occasioni da gol senza però riuscire a realizzare il gol vittoria.
Alla fine Soru e compagni devono accontentarsi di un pareggio. Rimane il rammarico per l’espulsione che ha condizionato la partita.

Migliore in campo il baby granata Langiu.

Condividi su:

Seguici su Facebook