Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Monte Spada - n. 65 SETTEMBRE 2014

Periodico della Parrocchia S. Giovanni Battista di Fonni Tel. 0784 57008 (Cell. 3283010085) - Email: donpietropuggioni@gmail.com

STAMPA

GRAZIE

Pietro Puggioni

Carissimi,
La manifestazione di preghiera e di affetto, in occasione della celebrazione dei miei 50 anni di sacerdozio, mi ha commosso e ispirato alcune riflessioni che affido a questo editoriale di settembre.

Un sentimento di gratitudine anzitutto. 14 anni fa sono venuto volentieri, sicuro che era il Signore a tracciarmi la strada verso Fonni che fin dal primo momento mi accoglieva con gioiosa simpatia. Mi son sentito poi sempre onorato come uomo e come sacerdote.

Avete accolto con attenzione la mia lettura evangelica dei vari avvenimenti della vostra storia familiare e sociale: l’inizio di ogni nuova vita, la consacrazione dell’amore degli sposi, le feste di popolo che ogni anno confermano le tradizioni più significative. Non dimentico certo i momenti difficili del dolore e della morte che hanno turbato, talvolta drammaticamente, la serenità delle vostre famiglie, cui ho offerto il messaggio più alto che attingevo dalla mia sensibilità di amico e di ministro di Cristo.

Ho varcato,accolto sempre con stima, anche la soglia della “domo comunale”, nella quale risuonava spesso il dramma della realtà sociale e del sinistro succedersi di episodi di violenza e di illegalità.

Oggi, con tutti i miei anni e le maggiori difficoltà, riprendo il mio lavoro confortato dal vostro incoraggiamento, dalla vostra preghiera e dalla costante disponibilità al dialogo, confidando ovviamente soprattutto nell’aiuto del Signore.

Mi auguro che i miei limiti, sempre più vistosi, segnino il superamento di una pastorale troppo clericale, che identifica la Chiesa col prete, per favorire una vera comunità in cui il protagonismo non sia solo del prete ma di tutti i laici.

Un traguardo che affido alla vostra riflessione e disponibilità, un augurio che voglio condividere, un nuovo laboratorio pastorale con Cristo capoofficina.

LA FESTA SUL MONTE

Anche il bel tempo ha favorito il sereno svolgimento della Novena e della festa della Madonna del Monte. Grande afflusso di pellegrini e devota partecipazione alla Eucaristia pomeridiana. Intensi i momenti della Via Crucis lungo il sentiero, il rosario della notte, l’Adorazione Eucaristica, la Giornata dei malati e degli anziani. Indovinata infine la coincidenza della distribuzione del Pane di Fonni sul Monte il giorno della Decollazione di S. Giovanni Battista il 29 agosto tra una folla in festa.

Sapiente ed efficace la regia ad opera del Priorato della Famiglia Gregu Aru per la gioiosa accoglienza dei pellegrini, per il potenziamento dello spirito religioso delle liturgie, per la capacità di coinvolgere un gran numero di collaboratori, senza i quali sarebbe stato impossibile far camminare una macchina così complessa.

Il ringraziamento alla Famiglia Gregu Aru (nella foto a sinistra) è stato corale e sentito da parte di tutto il popolo.

Auguri per il nuovo anno!

 

 

 

CONVENTO DEI MARTIRI 4 PARTENZE e 3 ARRIVI

Dal Capitolo della Custodia dei Frati minori della Sardegna del luglio scorso, insieme alla decisione di conservare la presenza francescana a Fonni è scaturita la composizione delle nuove famiglie nei conventi di Sardegna.

Da noi il ricambio è totale. Partono, in umiltà e silenzio Padre Mario, Padre Dario, Padre Silvestro e Padre Fausto. Commossi anche nel ricordo di un’altra stagione di vita fonnese quando le forze erano diverse e le condizioni fisiche più favorevoli a promuovere l’azione pastorale.

Un ringraziamento sincero per il bene che hanno fatto con l’umile presenza, la costante disponibilità, la quotidiana preghiera e l’indiscusso affetto al nostro paese di Fonni.

Il ricordo affettuoso del loro passaggio in mezzo a noi diventi gratitudine e preghiera. La Madonna dei Martiri li accompagni nella nuova stagione della vita.

Ci prepariamo ad accogliere con affetto e rinnovata disponibilità i nuovi responsabili: P. Pier Gavino Piras, P. Antonio Cugusi, P. Marino Festa.

Auguriamo loro la gioia di trovare attenzione, gratitudine e collaborazione.


VOLTI E COSE DI CASA NOSTRA

VERSO IL NUOVO CAMPIONATO

Superato l’appannamento per la retrocessione, la Polisportiva riparte con slancio, decisa e pronta per risalire la china. La prima cosa è stata la ricerca di un nuovo Presidente poiché la forza e compatezza del direttivo sono il veicolo trainante. E’ stato eletto all’unanimità Michele Mattu che si avvarrà della collaborazione di vecchi e nuovi dirigenti.

La seconda mossa è stata la ricerca di un nuovo allenatore; anche in questo caso si è pescato nella storia della Polispartiva Fonni. Sarà Giacomo Coinu il nuovo trainer, ragazzo serio, grande conoscitore della calcio dilettantistico avendo fatto tutta la trafila nelle varie formazioni, cominciando dalle giovanili; si va quindi sul sicuro.

La terza mossa, rifare la squadra partendo dall’ottima base locale, ricca di giovani talenti che verranno affiancati dal portiere Roberto Petrucco di Arborea, dai difensori Roberto Forma e Alessio Costella, dal centrocampista Federico Angius di Cabras, dagli attaccanti Erik Scudu di Villagrande e Luca Peddani di Terralba. I locali sono Masini ed Enrico Meloni, P. Carta, Duras, G Murrocu, Bua, G Costa, Tolu, Mulas, N. Nonne, G Nonne e i fuoriquota Balloi, B. Lai, Meloni.

In conclusione un’ottima squadra che ha la necessità di essere sostenuta in massa dall’intero paese.

PEPPINO MULAS

DIVISIONE E DISTRIBUAZIONE di “ SU COHONE 'E VRORES”

29 agosto: Il Pane di Fonni viene diviso in un clima meraviglioso di festa popolare in “Su Monte”...

Su Paba Franziscu

Su nomen chi su Paba cristianu

at seberadu, paret mannu arriscu

ca est sa prima orta, chi, Franziscu

si giamat unu Piscamu Romanu.

 

Como, de s'oro ch'est in Vaticanu

e non pagat un'euro, a su fiscu,

devet sa gianna ch'est serrada a friscu

abberer, e totue ispargher ranu.

 

S'est beru ch'est a Franziscu devotu,

che issu, 'e fide devet dare prou

prò salvare sa cheja da sa crisi.

 

E, imitare su Santu 'e Assisi,

chi sa richesa manna e babbu sou

a sa pobera zente deit totu.

Salvatore Murgia - Macomer

1° Premio San Giovanni 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

FAR FESTA A 75 ANNI

Sabato 23 agosto la Leva 1939 ha voluto celebrare questo significativo traguardo di vita. Il momento religioso di ringraziamento al Signore e di ricordo commosso dei fedales già tornati alla Casa del Padre è stato presieduto da Don Antonio Falconi. A Santa Justa il lauto banchetto di amicizia.

Il registro dei battezzati ne conta ben 116. Gli Auguri possano raggiungere quelli impossibilitati a partecipare, la preghiera sia di suffragio agli scomparsi. Un fedale anonimo ha scritto questi versi che volentieri pubblichiamo.

Su millenoighentostrintanoe / naschida es custa gente pro destinu / tottus an fattu su propiu camminu / de settantachimb'annos puru a oe. / Custu pranzu bos fetta bonu proe / cun tantu gustu casu pane e binu / in allegria semos senza affannos / un ateru a nde faghere a chent'annos.

Nel clima gioioso della festa ritorna la statua di San Cristoforo

Alla vigilia della festa i devoti di San Cristoforo hanno salutato il ritorno del simulacro nella sua chiesa campestre. L'intervento di restauro ha permesso il recupero della scultura di San Cristoforo, parte del patrimonio culturale e del’identità territoriale della comunità di Fonni.

L’opera, restituita alla collettività ha una forte valenza devozionale ma è anche la chiara testimonianza di un’ isola che si è sempre trovata al centro di un importante crocevia internazionale, caratterizzato da numerosi scambi sia commerciali che culturali.

Queste opere sono piccoli tesori che reggono i fili della nostra storia.

Il lavoro di restauro è stato lungo e delicato, date le precarie condizioni della statua, ma l’alta professionalità ha permesso un intevento che tutti hanno apprezzato. La verniciatura finale ha donato all’opera un effetto satinato nelle parti con legno a vista e nell’incarnato, più brillante nelle parti dorate.

Rimane l’impegno verso il piccolo santuario per favorire l’adeguata conservazione del capolavoro del ‘600 e la diffusa devozione verso il Santo patrono degli automobilisti.

 

 

 

 

 

 

I MATURATI 2014

Carlo Masini,
Salvatore Carzedda,
Raffaele Nonne,
Claudia Murrocu,
Chiara Casula,
Giulia Angheleddu,
Sonia Contieri,
Chiara Nolis,
Antonella Soddu,
Veronica Floris,
Nina Bua,
Maddalena Puddu,
Mariagrazia Puddu,
Eleonora Arbi,
Sonia Mattu,
Veronica Muntone,
Simona Urrai,
Arianna Serusi,
Giovanni Puddu,
Antonio Mattu,
Giuseppe Murrocu,
Giovanni Murrocu,
Davide Mureddu,
Adriana Loddo,
Raffaela Murrocu.
Elisabetta Cugusi

Questi nostri amici si trovano adesso davanti ad una nuova stagione della vita che li porterà lontano da Fonni.

Un duplice augurio: potersi realizzare all’università e un domani poter contribuire a dare al loro paese un fattivo contributo di progresso sociale.

Auguri!


GENNARGENTU DIMENTICATO

Salendo sulla Punta La Marmora è più facile incontrare turisti stranieri che appassionati locali. Così la principale catena montuosa del centro Sardegna corre il rischio di restare puro riferimento geografico a dispetto delle sue bellezze e del suo fascino.

Benemerita è perciò la Gennargentu Escursioni, una società fonnese di servizi turistici che opera nel settore del turismo ambientale ed attivo. La passione e i legami con il territorio rendono il loro lavoro una continua avventura alla scoperta della natura che ci circonda, da condividere con la clientela.

La Gennargentu Escursioni sta crescendo nell’offerta. Organizza le proprie escursioni fra gli spettacolari scenari del Gennargentu, Supramonte, Ogliastra, Gallura, Iglesiente e nelle aree più suggestive della Sardegna e della Corsica. Visite guidate, supporto logistico per troupes televisive; Team Bulding, escursioni naturalistiche, archeologiche, culturali e gastronomiche, pranzi tipici all'aperto, pernottamenti presso strutture ricettive idonee o in tenda all'aperto.

Le escursioni (di uno o più giorni) potranno essere effettuate con l'utilizzo e l’ausilio di mezzi quali: fuoristrada, montain bike, trekking a piedi, canoa ciaspole, canyoning e arrampi-cate, sempre immersi nella natura incontaminata del territorio. Il tutto in relazione ai partecipanti: dai bambini alla terza età, gruppi escursionisti, associazioni, agenzia di viaggio e tour operator, senza esclusioni di sorta.

Per Contatti: tel. 348 8544850 e-mail: info@gennargentuescursioni.com

A DON PUGGIONI 50 ANNI SACERDOTE

At guidadu custu umanu grege

don Puggioni, che pastore ideale;

e ubbididu a sa divina legge

fata dae su Re celestiale;

 

su chi l'at nadu: vigila e protege

s'ama, dae sicagna e temporale;

est a orettu, s'inimigu erege

chi induit sa zente a fagher male.

 

Pro arginare su male, est bennidu,

che babbu s'est devìdu cumportare,

de negativu non nd'at manc'apena.

 

At servidu e non si cheret servidu,

at dadu, e nuda cheret a li dare,

vivet cun sa cussentzia serena.


Pro deghe lustros pastor' est istadu,

tra funerales, cresimas, battizos

e affidos de ànimas gemellas.


Gai sa missione at terminadu,

cun fide santa, cura e contivizos

e cunsizeri 'e peraulas bellas.


Don Puggioni, su tempus, gioja e festa

li cuntzedat e su caminu abbertu,

prò jompere a su seculu lontanu.


Salude canta foza at sa foresta

e canta rena b'at in su desertu

e buttìos de abba in s'oceanu.


MARIO MUNTONE

 

 

O Fonni cara, regina e Gennargentu,

cun armonia festosa e cordiale.

Ses mustrende s'affettu ospitale,

e coronende s'istoricu eventu.


Chi Don Puggioni, sa fortuna a tentu,

sas nozzes d'oro in attu geniale.

In su sou periodicu giornale,

su duplicadu riportede a su chentu.

 

Battordigannos de sa missione,

a cumpletadu su chimbantenariu,

servinde a su fizzu e Zaccaria.

 

Servinde puru, sa cara idda mia,

cun paternu aggiudu dignitariu,

disponibile a ogni occasione.

 

E poi che illustre redatore,

iscriede sas bonas novidades,

informada sa zente in su mensile.

 

Che censimentu de istadu civile,

raccontoso de tottu sas edades,

dae su pius mannu a su minore.

 

De gioia, de isporto e de dolore,

de trivagliu, de istudiu e attitudine

da sempre unu cunsizzu positivu.

 

Fonne a su caru fizzu adottivu,

ringraziada s'impegnu e gratidudine

cun s'iscrivanu, pò s'immensu onore.

 

GIOVANNI ZANDA

ANGOLO DEL BUON UMORE

PARADISO TERRESTRE
Una ragazza dice al suo fidanzato:
“Per farmi felice tu dovresti dirmi che ami me come Adamo amava la sua Eva!”
Il ragazzo: “Ma io ti amo di più!”
La ragazza: “E come fai a dirlo?”
Il ragazzo: “Beh, Adamo non è che avesse molte possibilità di scelta…!”
 

PIERINO
“Pierino, com’è il passato di patate?”
“Io patatai, tu patatasti, egli patatò”

BISTECCA AI FERRI
Una signora molto elegante e raffinata entra in cucina e chiede al cuoco:
- Per cortesia, mi fa una piccola bistecca ai ferri?
Il cuoco con gli occhi languidi:
“ Se me la chiede così, gliela faccio anche all’uncinetto!

SCAPPATELLE
Una coppia di sposi arriva in paradiso e viene a sapere da san Pietro che ognuno di loro riceverà una puntura di spillo per ogni scappatella. Dopo che la donna ha avuto quattro punture, domanda a San Pietro:
- Dov’è mio marito?
San Pietro risponde:
- E’ sotto la macchina da cucire!

TRA AMICI
- E’ tua questa bellissima auto?
- Sì e no!
- Come sarebbe a dire?
- Quando vi sono gli acquisti da fare, è di mia moglie; quando c’è da andare in discoteca, è di mia figlia; quando c’è una partita di calcio, è di mio figlio; quando è senza benzina, è mia.

ECONOMIA
La moglie commenta col marito:
- Il fidanzato di nostra figlia deve essere molto economo.
- E come puoi saperlo?
- Certo che lo so! Appena si siede in salotto con la nostra figlia, subito spegne la luce!

DAL MEDICO
Un signore va dal medico: “Dottore, io mi sento male, eppure: mangio come un lupo, corro come un cane e russo come un ghiro!”
Il dottore esclama: “Allora lei ha sbagliato a venire da me: deve andare da un veterinario”.

COMPLIMENTI
Una signora incontra Pierino:
- Oh, caro Pierino, come assomigli ai tuoi genitori! Hai gli occhi della mamma e il naso di papà….
Pierino:
- Sì, signora, e i pantaloni di mio fratello.

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK