Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'unione sarda. Cappellacci domani incontra i sindacati

Dopo la richiesta della Cisl. Barracciu: «Giunta superficiale»

Condividi su:

Sarà una settimana intensa per dipendenti e manager di Meridiana. Dopo l'incontro tra l'azienda e i sindacati, previsto oggi a Roma, i rappresentanti della compagnia incontreranno il presidente della Regione Ugo Cappellacci domani alle 18 a villa Devoto. La convocazione è arrivata proprio ieri, mentre a Olbia era in corso il consiglio comunale allargato ad azienda e lavoratori.
LA CISL Da parte dei rappresentanti dei lavoratori, intanto, arriva la richiesta di un piano industriale «capace di coniugare il rilancio dell'azienda e il mantenimento dei livelli occupazionali unitamente al soddisfacimento delle attese del territorio regionale che non può permettersi l'indebolimento della compagnia anche in considerazione dell'alto numero di lavoratori impiegati, molti dei quali residenti nell'Isola». A chiederlo è la Cisl, che ieri ha tenuto a Paulilatino un vertice sindacale, presenti il segretario nazionale Franco Persi e quello regionale Giovanni Matta, allo scopo di ottenere al più presto un immediato incontro con i vertici della Regione, «da cui ci si attende una forte iniziativa».
BARRACCIU Su continuità territoriale e Meridiana, ieri è intervenuta anche Francesca Barracciu, candidata alle primarie del Pd in vista delle prossime elezioni regionali. Due temi, afferma Barracciu, «gestiti da questa giunta regionale con una superficialità imbarazzante. E invece Meridiana e la Sardegna devono ritornare a essere amiche» e schierarsi «dalla parte dei sardi e dei turisti che devono usufruire dei servizi di collegamento aereo». La mobilità «è un diritto di cittadinanza che deve portare all'uguaglianza tra appartenenti a uno Stato», conclude Barracciu. Infine, secondo l'europarlamentare, Meridiana «è una risorsa importantissima per l'Isola». ( g. d. )

Condividi su:

Seguici su Facebook