Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'unione sarda. Ikea sbarca a Cagliari e Sassari

Il colosso svedese dell'arredamento, seimila dipendenti, mette le prime radici in Sardegna

Condividi su:

Ikea prepara lo sbarco in Sardegna. Il colosso svedese dell'arredamento ha messo il primo piede nell'Isola. Per adesso con due punti di ritiro, uno a Cagliari e l'altro a Sassari, ma presto potrebbe programmare l'apertura di un centro per le vendite nel capoluogo o nei dintorni.
IL SITO Oggi è possibile acquistare la merce sul sito (www.ikea.it) e ritirarla personalmente nei cosiddetti punti di ritiro (Pick-Up Point) di Cagliari e Sassari. Il costo del servizio è di 99 euro per un valore della merce fino a 500 euro. Le spese lievitano, arrivando fino a 259 euro per prodotti da cinquemila euro e oltre.
COME FUNZIONA Non appena la merce acquistata su Ikea Compraonline sarà disponibile nel punto di ritiro di Cagliari (indicativamente nella settimana successiva alla data di spedizione prevista nella conferma d'ordine), il cliente sarà contattato telefonicamente per il ritiro. Dopodiché avrà sette giorni per recarsi al punto prestabilito (ad Assemini da Blg Logistics, presso Nieddu Trasporti, al chilometro 5,600 della statale 130) e ritirare la merce. Da Ikea specificano che è necessario presentarsi con il numero dell'ordine e un documento valido. Se chi ritira è delegato dall'intestatario dell'ordine, sarà necessaria delega scritta e copia di un documento del delegante. La merce verrà consegnata su “palette” e sarà cura del cliente caricarla sul proprio mezzo. Stesso discorso vale per Sassari. L'unica differenza è il punto di consegna: a Sassari dalla Blg Logistics nella zona industriale di Predda Niedda Sud, in via Caniga.
IL CENTRO Intanto, vanno avanti le ricerche per un terreno adatto alla realizzazione di un vero e proprio centro Ikea nell'Isola. La multinazionale starebbe lavorando a due soluzioni, e cioè all'acquisto di un edificio già esistente o alla costruzione di un nuovo centro commerciale. Le difficoltà sono legate alla superficie necessaria: tutti i punti vendita di Ikea in Italia si aggirano intorno ai 30 mila metri quadri e - anche se è possibile che in Sardegna ci si accontenti di misure inferiori - questo dettaglio restringe il campo d'azione.
L'AZIENDA Ikea Italia dà lavoro a circa seimila dipendenti e conta, ogni anno, oltre 46 milioni di visitatori in tutta la Penisola. Il business va da scarpiere e cucine componibili fino alla vendita di cibo svedese. Il bilancio 2012 si è chiuso con un fatturato di un miliardo e 598 milioni di euro. Attualmente, la multinazionale possiede 21 punti vendita in Italia, compreso l'ultimo nato a Pisa. Il primo centro Ikea in Italia è stato costruito a Cinisello Balsamo, in provincia di Milano, nel 1989.
Lanfranco Olivieri

Condividi su:

Seguici su Facebook