Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Marcello Fois: "La forza del festival è Gavoi"

Tutti gli appuntamenti di oggi

| di a cura della redazione
| Categoria: Arte
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Gavoi. Se il buon giorno si vede dal mattino, la decima edizione del Festival letterario è proprio partito con il piede giusto. Oltre settecento persone hanno partecipato al concerto "L’Isola delle Storie, Concerto per l’Europa a Gavoi" che ha ufficialmente aperto la decima edizione. Il presidente dell’Isola delle storie Marcello Fois, lo ripete due volte, e lo scandisce bene quel dieci per sottolineare il successo, la vittoria di una scommessa “che non possiamo pensare se non a Gavoi. E’ questo paese che la rende unica. Ed è qui che nasce e si costruisce ogni anno. Il matriarcato barbaricino – ha continuato lo scrittore nuorese - la rende possibile. Il mio staff al femminile lavora qui tutto l’anno ed ora ha raggiunto un livello che sfiora la perfezione”. La novità di quest’anno “è la presenza di Lodine, che entra a pieno titolo in questa edizione. Un pezzo del Festival si svolgerà lì”. Un lungo elenco di ringraziamenti alle istituzioni e agli sponsor che hanno creduto e finanziano ogni anno “questa manifestazione parsimoniosa. Se spesso appare il contrario è dovuto alla bravura degli organizzatori”. Il sindaco Nanni Porcu si è soffermato ed ha voluto sottolineare “il lavoro instancabile e prezioso delle associazioni. Questo miracolo esiste grazie a loro”. Poi spazio alla musica con il concerto che ha visto insieme per la prima volta sei grandi artisti: Christopher Dell, vibrafono e coordinatore del gruppo (Germania), Gavino Murgia, sassofono (Sardegna), Lelio Giannetto, basso (Sicilia), Wolfgang Reisinger, batteria (Austria), Nicolas Simion, clarinetto (Romania), Maciej Fortuna, tromba (Polonia).

Oggi si prosegue con questo programma.

Comincia alle ore 10.30 il primo appuntamento “Dal balcone” della decima edizione del Festival Letterario di Gavoi, con la giornalista Zita Dazzi che incontra lo scrittore Andrea Canobbio.

Alle ore 12.00, nella cornice di Sant’Antiocru, per Mezzogiorno di fuoco, il giornalista e scrittore Federico Taddia modera l’incontro dal titolo Elogio alla cialtroneria con gli scrittori Andrea Ballarini e Stefano Brusadelli.

Sempre alle ore 12.00 ma nello spazio della Scuola Elementare, per l’appuntamento Leggevo che ero, una delle novità di questa edizione dedicato ad un pubblico di tutte le età, Massimo Cirri legge il suo libro dell’infanzia, Zanna Bianca di Jack London.

Nell’incontro pomeridiano delle ore 16.00 dedicato ai Reading, presso il Giardino Comunale, il primo ad esordire davanti al pubblico è il noto vignettista Vauro con Critica della ragion satirica.

Alle 16.30 un appuntamento per tutti alla Scuola Elementare, con l’incontro tra Federico Taddia e il poliedrico autore Gek Tessaro.

A seguire, alle ore 17.15, in Piazza Mesubidda, è il momento di “Scritture giovani”, in cui Chiara Valerio introduce l'autrice Marta Pastorino e lo scrittore inglese Alex Wheatle. L’incontro è realizzato in collaborazione con il British Council e Lìberos.

Alle ore 18.00, presso la Scuola Elementare, incontro dal titolo Teo e gli altri. Raccontare le emozioni tra verità e finzione moderato dalla editor Francesca Casula che introduce la giornalista Zita Dazzi.

L’appuntamento Povera Patria delle 19.30 vede, invece, sul palco la nota scrittrice Paola Mastrocola.

Alle ore 20.00 nuovo appuntamento alla Scuola Elementare per lo spettacolo di Burattini Guerrino detto il Meschino con Linda Di Giacomo.

Il primo giorno di Festival si conclude, infine, con l’incontro Storie di altri luoghi delle 22.30, in cui il giornalista e scrittore Saverio Simonelli presenta il tedesco Robert Hültner, drammaturgo, regista e scrittore. L’incontro è realizzato in collaborazione con il Goethe-Institut.

Tutti gli appuntamenti sono preceduti da un omaggio a Franco Solinas con letture di Lea Karen Gramsdorff e da un “Preludio musicale” con DAMIANI LAI (Organetto diatonico) e CUNCORDU BOLOTHANESU TOTTOI ZOBBE (Bassu: Antonio Are, Contra: Peppe Pinna, Boghe: Tinu Careddu, Mesu Boghe: Franco Nieddu)

Grande attenzione è riservata come sempre ai ragazzi di ogni età che, presso la Scuola Elementare - nello spazio curato da Teresa Porcella insieme all’Associazione Scioglilibro e in collaborazione con la Biblioteca Satta di Nuoro e con l'associazione l'Aleph – trovano un luogo a loro propriamente dedicato e un ricco programma di incontri e laboratori a cui partecipare per imparare giocando. Il tema di questa X edizione  “Con il trucco e senza inganno” allude al patto narrativo tra autore e lettore, ponendosi l’obiettivo di mostrare come il tema della finzione letteraria e del racconto sia una forma di fascinazione adatta a tutti, piccoli e grandi. 

La mattina dalle ore 9.00 alle 13.00 e il pomeriggio dalle 16.00 alle 19.00 si susseguono una serie di laboratori e incontri che spaziano dalla narrazione all’illustrazione, dalla danza all’arte, dal fumetto ai burattini, tenuti da: Emanuela Nava, Desideria Guicciardini, Allegra Agliardi, Gianni Atzeni, Emanuele Ortu, Evelise Obinudell'Associazione Punti di vista, Rita Deiola, Marissa Morelli, Max Rommel, Sara Colaone.
Da sottolineare l’omaggio a Maria Lai con il laboratorio curato da Maria Francesca Porcella dell’Associazione Scioglilibro.

Aprono al pubblico presso il Museo Comunale (Ex Casa Lai) anche la mostra Testimonianze di Rosanna Rossi, l'esposizione ideata dal Museo MAN di Nuoro per il Festival L'Isola delle Storie e coordinata da Giovanni Curreli, Enrico Piroddi, Giovanni Pisano e Alessandra Pinna, che ricostruisce l’intenso percorso artistico di Rosanna Rossi attraverso una selezione di opere astratte realizzate tra i primi anni ’70 e i giorni nostri; e il nuovo progetto, Raccontami La Tua Impresa nato, invece, dalla collaborazione del Festival con la Camera di Commercio di Nuoro e la partecipazione di alcune aziende appartenenti alla CCIAA, che si articola in due momenti: un Video-racconto della durata di 35’ presentato il loop e Il mio lavoro, ossia l’esposizione di oggetti e creazioni.

In qualità di media partner del Festival Letterario Tiscali supporta la manifestazione con Streamago, la sua piattaforma di live streaming, e in collaborazione conMoovioole, cura la Web Tv ufficiale del Festival sul canale dedicato http://www.streamago.tv/general/8122/ per seguire le dirette dei principali eventi della kermesse; con Indoona, l’applicazione di Tiscali per chiamare, video chiamare e inviare messaggi gratis, invita gli ospiti e i visitatori del Festival Letterario a partecipare al contest per condividere su indoona una foto, una frase o un video che rappresentino lo spirito del festival, usando l’hashtag #gavoi2013; mentre con istella, il motore social di Tiscali per la ricerca e la condivisione del sapere italiano, dà la possibilità presso l’area Tiscali, in via Eleonora, all’interno del cortile del Museo Comunale, di caricare i propri racconti o i propri scritti e condividerli nella propria bacheca di Istella.

* * *

MOSTRE

Museo Comunale - Ex Casa Lai, Via Margherita
Secondo e Terzo piano
Dal 5 al 7 luglio 2013, dalle 10.00 alle 22.00
Il MAN all’Isola delle Storie
ROSANNA ROSSI. Testimonianze.
A cura del MAN - Museo d’arte Provincia Nuoro
Coordinato da Giovanni Curreli, Enrico Piroddi, Giovanni Pisano e Alessandra Pinna

Piano terra
Museo Comunale - Ex Casa Lai, Via Margherita
Dal 5 al 7 luglio 2013, dalle 10.00 alle 22.00
L’ISOLA DELLE STORIE presenta Raccontami La Tua Impresa
Un progetto in collaborazione con la Camera di Commercio di Nuoro e la partecipazione di alcune aziende appartenenti alla CCIAA
Video-racconto durata 35’ presentazione in loop
Il mio lavoro Esposizione di oggetti e creazioni

MOSTRE ALL'APERTO

Centro storico di Gavoi
Dal 4 al 7 luglio 2013

Istranzadura
A cura di Daniela Zedda
In esposizione lungo le strade del paese le fotografie degli ospiti della IX edizione del Festival di Gavoi. I rituali dell’ospitalità hanno attraversato il tempo e Daniela Zedda li ha riprodotti nei ritratti degli ospiti stranieri, nelle case e nelle strade di Gavoi dove, secondo il rito, s’istranzu diventa straniero accolto.

BAM PER L’ISOLA DELLE STORIE
Ci piace pensare che esista un nuovo percorso per la creazione di un artigianato contemporaneo e sostenibile, dove il rispetto per la tradizione e la ricerca dell’innovazione camminino insieme tenuti per mano. Per il 10° anno del festival letterario L’Isola delle Storie abbiamo voluto muoverci in ambiti differenti con 3 progetti complementari. L’isola del pensiero e del riposo - In piazza San Gavino, fioriere in acciaio corten dividono la piazza in due, ritmano lo spazio cinque alberi, mentre le nostre sedute in acciaio e sughero inseguono l’ombra e offrono riposo al lettore stanco.
Libro bianco - Un omaggio, una idea regalo per il 10° compleanno del festival. Un libricino bianco su cui prendere appunti, disegnare o iniziare a scrivere la propria storia. Un segnalibro in metallo con campanaccio. Si può trovare presso i punti libreria per un sostegno concreto a L’Isola delle Storie. Scenografie palchi - Grazie alla collaborazione con il grafico Angelo Monne nasce la scenografia per i palchi dell’isola delle storie. Figure umane ed animalesche su zampe esili e slanciate guardano e ascoltano meravigliate gli strani personaggi che siedono davanti a loro. Il gazebo BAM offre riparo dal sole e definisce lo spazio. Sedute, tavoli e complementi rendono funzionale l’ambiente.

MOSTRE DI ILLUSTRAZIONE
Scuola Elementare - via Salvatore Canio
Dal 5 al 7 luglio 2013, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00

LEGGEVO CHE ERO
Ritratti con libro d’infanzia
A cura di Andersen
Una galleria di circa un centinaio di ritratti fotografici di Mara Pace, che immortalano personalità del mondo dell’editoria ragazzi in posa con il libro d’infanzia che più di altri ha contribuito a renderli l’adulto di oggi.

MOSTRA BIBLIOGRAFICA

IL TRUCCO C’È: SI CHIAMA LIBRO!
A cura del Consorzio per la Pubblica Lettura S. Satta di Nuoro e della Cooperativa L’Aleph
Libri da vedere, libri da ascoltare, libri da toccare, libri per giocare. C’è sempre un trucco in ogni libro...vieni a scoprirlo. In mostra troverai i libri degli autori presenti al festival e uno spazio per ricordare due grandi artisti e narratori del nostro tempo: Maria Lai e Roberto Denti.

CHI DISEGNA LA SUA SCRITTURA È UN GENIO DI NATURA
A cura di Manuelle Z. Mureddu
Le regole sono poche ma chiare: la gomma non esiste, ciò che scrivi non lo disegni e soprattutto: racconta una storia. I ragazzi delle scuole a confronto con due medium distinti: la scrittura e il disegno. Partendo da due racconti si è arrivati ad altrettante opere a fumetti, travasando sensazioni dalle lettere ai segni e trasformando i suoni in materia. La mostra di tavole a fumetti dei ragazzi delle scuole medie di Gavoi è l’ennesima prova che il dialogo tra i mondi non è solo possibile, ma è anche bello.

I FANTANIMALI
A cura di Eva Rasano
Ma cosa è un Coccopardo? E uno Zebrano? Avete mai visto una Maioca? Strane e gigantesche creature, inventate dai bambini della 3ª elementare di Gavoi animeranno con i loro colori i muri della scuola. Invenzione, colore, libertà, divertimento; tutto questo e altro ancora sono i Fantanimali.

SPETTACOLI

DIDOVA - SCUOLA ELEMENTARE
ore 20.00
Guerrino detto il Meschino
Spettacolo di Burattini con Linda Di Giacomo
L’avventuroso viaggio di formazione di Guerrino detto il Meschino, in luoghi sconosciuti, tra popoli e meraviglie di ogni genere, draghi e maghi, e...

SPAZIO CINEMA RAGAZZI
Biblioteca comunale - Via Don Bosco

Dalle ore 11.00 alle ore 12.30
La nascita del rock raccontata ai ragazzi
Proiezione di immagini e filmati con musiche d’epoca
con Emiliano Visconti
DA 8 A 100 ANNI

Dalle ore 16.30 alle ore 17.30
CORTI D’AUTORE INDIPENDENTI DA TUTTO IL MONDO
A Cura di Skepto international film festival
PER RAGAZZI 8-13 ANNI E ADULTI DI TUTTE LE ETÀ

UNO SGUARDO
di Elena Parozzi e i ragazzi del Video Lab
(Italia 2012), Sentimentale Sperimentale, durata 10’
La storia di un ragazzo liceale e dei suoi sentimenti d’amore per una sua compagna di scuola, il ragazzo però non sa distinguere bene tra la realtà e la sua
fantasia. Gli spettatori scopriranno presto che la storia d’amore è solo nella mente del ragazzo e che lui è uno stalker, il quale si immagina di trovarsi al posto del fidanzato della ragazza.

ANA BELLO SGUARDO
di Vito Palmieri
(Italia 2012), commedia sentimentale, durata 15’
Grazie a una famosa foto di Lucio Dalla un ragazzino comprende che la statura non è importante per eccellere nella vita. Il corto è anche un omaggio alla memoria di Lucio Dalla.

LEGALATTIVI: UN’ALTRA VIA D’USCITA
di Girolamo Macina
(Italia 2012), Socio-educativo - Videoclip , durata 5’
Ricompensare degnamente il lavoro dell’uomo nel rispetto dei diritti umani.

AMICIZIA
di Giulio Nicolis
(Italia 2012), Fiction, durata 6’10’’
Nel corso di una verifica scritta un alunno è ingiustamente punito dall’insegnante perché sorpreso con in mano un bigliettino con le risposte. La classe sa perfettamente che il vero colpevole è il compagno a cui è caduto e che l’alunno, malcapitato, ha solo raccolto perché finito accanto al suo banco. Il senso di colpa del ragazzo “scampato” alla punizione a scapito del compagno, lo inseguirà nella notte con degli incubi...

MILLE SGUARDI VERSO IL CIELO
di Salvatore Aiello
(Italia 2012), Storico, durata 9’40’’
Una foto antica ed una lettera, riferite al Risorgimento, guideranno uno studente a capire meglio la Storia.

IO NON PARLO MAI
di Raffaele Salvaggiola
(Italia 2012), commedia, durata 4’57’’
Maggio 2010. La vita di Tommaso Liberti, giovane insegnante precario di matematica, procede tra alti e bassi in relazione alle entrate e le uscite settimanali.
L’inaspettata supplenza di cinque ore acciuffata in extremis per l’ultimo mese di scuola apre le porte a un sogno. Lo realizzerà?

TRA LE FORBICI I PETALI
di Giacomo Andrico
(Italia 2012), storico, durata 10’12’’
Tra fotogrammi di ieri e scene rubate al presente, un gruppo di bambini si diverte a giocare a nascondino. D’un tratto il gioco si interrompe e resta solo Lara in mezzo ad una grossa nebbia che viene da lontano. È così che la piccola si ritrova dentro una vecchia grossa ciminiera di fantasmi e sussurri. Lara non sa che dietro un gioco qualunque può esserci la verità del dolore più atroce. Non lo sa che capita così, l’incontro con la banalità del male.

* * *

a cura della redazione

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK