Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Valter Mainetti e la Fondazione Sorgente Group: Madonna con il bambino di Pinturicchio

Condividi su:

Valter Mainetti, insignito nel 2013 del titolo di Cavaliere del Lavoro, è l’azionista di riferimento di Sorgente Group Alternative Investment USA.  Appassionato da sempre di arte, nel 2007 insieme alla moglie Paola ha deciso di dare vita alla Fondazione Sorgente Group.

Si tratta di un ente no profit che opera con lo scopo di valorizzare, di promuovere e di divulgare, sia a livello nazionale che internazionale, la cultura e l’arte del patrimonio culturale italiano. La Fondazione Sorgente Group scopre grandi opere d’arte, soprattutto pitture antiche e opere archeologiche, con l’obiettivo di promuoverne il restauro, lo studio e la conservazione.

La Madonna col bambino del Pinturicchio è una delle opere che fa parte della collezione della Fondazione. Diventa di universale conoscenza solo nel 1945 in un periodo molto particolare per l’Italia. La guerra era appena finita e a Palazzo Venezia a Roma venne organizzata una mostra che voleva celebrare il ritorno nelle loro sedi di una grande quantità di opere d'arte che nel corso della guerra erano state minacciate. Fra le bellezze salvate c’era anche la creazione di Pinturicchio, grande maestro della pittura italiana fra la fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento. Il quadro era rimasto custodito in una collezione privata e riservata, ma venne inclusa nella grande mostra.

La bellezza de La Madonna con il Bambino di Pinturicchio

L’opera rappresenta appieno l’anima di Pinturicchio, più riservato e intimo di altri artisti.  L’idea di intimità viene riformulata nel quadro trovando una dimensione che non si potrebbe immaginare più familiare, intima e raccolta ossia quella della famiglia.

Allo stesso tempo, ammirando bene il quadro, troviamo anche una dimensione politica e di grande comunicazione sociale. Il Pinturicchio è sempre stato un grandissimo maestro di sfondi, portando nella pittura sacra la dimensione paesaggistica e condividendo questo atteggiamento con altri grandi del suo tempo, per esempio il veneziano Giovanni Bellini.

Ma lo stile del Pinturicchio, a ben vedere, è lontano mille miglia dallo stile veneto del Bellini. Per scoprire meglio la bellezza del quadro dovremo prendere in mano una lente d’ingrandimento e osservare meglio un dettaglio particolare del paesaggio sullo sfondo. Dietro la Madonna col bambino notiamo la presenza, in lontananza, di pastori ma soprattutto delle barche.

Questo ci riporta a uno dei grandi eventi della vita artistica del Pinturicchio. All'inizio del 1500 il maestro, nel pieno della sua maturità aveva alle spalle una carriera gloriosa e riceveva uno degli incarichi più prestigiosi della sua vita. Il compito di affrescare la libreria annessa al Duomo di Siena per raccontare le gesta di Papa Pio II Piccolomini. Fra le sue gesta principali vi fu la grande crociata contro gli infedeli che però non si realizzò perché il Papa morì prima di prendere il mare.

Negli affreschi del Pinturicchio, realizzati per decorare la libreria, troviamo le scene in cui il Papa parte con la flotta cristiana. Le immagini fiabesche del pittore svelano la sua delicata sensibilità naturalistica che ritorna anche nella Madonna col bambino, dove si richiama la dimensione orientaleggiante. Dietro la Madonna ritroviamo quelle barche in partenza per l’Oriente, ancorate al porto di Ancona e impossibilitate a partire. Si rappresenta perciò un grande evento storico che da eroico si trasforma in elegiaco, portando grande malinconia.

Valter Mainetti promuove la conoscenza di questa eccezionale opera grazie alla Fondazione

Oggi quest’opera straordinaria fa parte della collezione della Fondazione Sorgente Group. Nata nel gennaio 2007 grazie all’impegno e all’interesse per l’arte di Valter Mainetti, il Presidente, e di Paola Mainetti, il Vicepresidente. La Fondazione Sorgente Group è una Istituzione per l’Arte e la Cultura, senza alcuna finalità di lucro che ha come scopo quello di valorizzare, promuovere e divulgare, sia al livello nazionale che internazionale, le varie espressioni della cultura e dell’arte che fanno parte del nostro immenso patrimonio culturale.

La Fondazione Sorgente Group si sostiene grazie al generoso contributo economico di Sorgente Group, il Gruppo internazionale guidato da Valter Mainetti, che opera nei settori della finanza, delle costruzioni edilizie, dell’immobiliare, delle infrastrutture e dell’editoria.

L’interesse collezionistico della Fondazione Sorgente Group si rivolge da sempre verso due filoni principali. Da una parte troviamo la scultura antica che arriva dall’età greca e romana, con una attenzione particolare per i ritratti imperiali della celebre dinastia Giulio-Claudia (troviamo ad esempio l’illustre ritratto di Marcello). Dall’altram la pittura antica che va dal XV secolo (come nel caso della pregiata tavola del Pinturicchio) sino alle vedute romane del Settecento, passando per la grande Scuola emiliana di epoca barocca. Fra gli altri, sono presenti dipinti di due dei massimi esponenti di questa Scuola: Guercino e Guido Reni.

Condividi su:

Seguici su Facebook