Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"La nostra è una gara di solidarietà che non ha eguali nel mondo"

Fortunato Ladu

Condividi su:

Grandi anni quelli del liceo, anni passati a studiare i Romani, i Greci e il grande Alessandro Magno antesignano di uomini e persone che oggi vogliono essere diversi in un mondo di uguali. Cappì la sua componente omosessuale quando ormai mi facevo la barba e concepii un'idea strana: un uomo così grande non può essere condizionato dalla sua vita privata. Oggi gli Stati Uniti per spostare una portaerei in zona operazioni mettono in moto una serie di operazioni che scrivere un'eneciclopedia forse è più facile. Lui arrivò fino in India con la forza del sapere, dell'avventura infligendo ai propri nemici storici umiliazioni oltre che sconfitte militari. Arrivò Roma e la sua storia ci fece capire e mi fece capire che l'Italia oggi si basa su quel tipo di pensiero, oggi appannagio dei naopoletani ma creata da Roma, maestra di temporeggiare, sia con i propri comandanti a cui qualcuno affibiò il termine temporiegiatore sia con il perdere tempo nell'inviare aiuto a città alleate, Sagunto, che nella vana attesa degli aiuti promessi dal senato romano, cadde sotto i colpi delle truppe Cartaginesi. Strano popolo il nostro, fiero e così succube alle usanze e influssi romani tanto che oggi a settimane dagli incendi che hanno devastato i territori di vari comuni della Sardegna si fanno conferenze stampe per dare notizie che già puzzano di vecchio. Gli allevatori della Sardegna coordinati dal Sindaco di Scrafingiu donano il fieno. Voglio precisare che gli allevatori Sardi da subito hanno inviato fieno già consegnato e probabilmente già in fase di digestione. Probabilmente alcuni non sanno che pecore capre e bovini mangiano bevono e defecano ogni santo giorno; forse non sanno che alcuni greggi verranno ricostruiti grazie a donazioni già in atto. In virtù di questi bisogni noi pastori, i trasportatori, semplici cittadini sconosciuti ci siamo ritrovati in una gara di solidarietà che non ha eguali in nessuna parte del mondo. Qui mi fermo precisando che il mio sfogo è tale solo per rendere giustizia a tutti gli anonimi sconosciuti che hanno donato, stanno donando e doneranno, senza che nemmeno un euro sia arrivato dai consiglieri regionali. Lascio ai Sardi la sentenza

Condividi su:

Seguici su Facebook