Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Giovani barbaricini in Spagna per uno scambio giovanile incentrato sul tema dello sviluppo rurale

Si è appena concluso lo scambio giovanile “XXI Century Rural Space” promosso dall’Associazione “Scouts de Aragon” e dal Comune di Belvì

| di Claudia Sedda, ufficio stampa Comune di Belvì.
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Dal 14 al 23 agosto 2013 a Griebal (Ainsa- Aragona) ha avuto luogo lo scambio giovanile XXI Century Rural Space”, al quale hanno partecipato quindici giovani sardi e due accompagnatori provenienti da Belvì, Gavoi, Orani, Ploaghe, Monti e Cagliari.

Il progetto si è svolto presso il Centro internazionale di Griebal, che dalla sua fondazione, più di 20 anni fa, è stato visitato da oltre 30.000 giovani provenienti da tutta Europa.

Ogni anno più di 3000 giovani sono impegnati socialmente e volontariamente nella ricostruzione e riqualificazione del centro.

Ed è proprio in tale contesto che quindici giovani sardi e quindici spagnoli, insieme ad altri volontari provenienti da Spagna, Francia, Ungheria, Bulgaria, Germania, Repubblica Ceca e Bosnia Erzegovina, hanno partecipato in questi nove giorni a diverse attività, come forum di discussione sullo spopolamento e altri temi di attualità, proiezioni di documentari, giochi di ruolo, workshop, escursioni, serate multiculturali, campi di lavoro, visite guidate e altre attività all’aria aperta.

Tra i luoghi visitati dai giovani:
Janovas, un paesino dei Pirenei evacuato con la forza negli anni 50-60 per la costruzione di una diga mai ultimata;

l’Ecomuseo di Ainsa, situato all’interno del Castello, dove sono presenti le più importanti specie
della flora e della fauna pirenaiche;

il tempio buddista Vajrayana Dag Shang Kagyu, a Panillo, fondato negli anni Ottanta da una
comunità buddista e un monaco tibetano;

il bacino di Mediano, dove i giovani hanno avuto l’opportunità di tuffarsi e nuotare.

Particolare interesse ed entusiasmo ha destato, infine, la discesa di rafting lungo il fiume. 

Il progetto, che rientra nell’azione 1.1. del Programma Europeo “Gioventù in azione, mira a promuovere la solidarietà reciproca ed il volontariato tra i giovani nel contesto socio-economico europeo, sensibilizzare i giovani in materia di sviluppo sostenibile, conoscere e approfondire temi quali lo spopolamento e le opportunità per i giovani nelle aree rurali e promuovere lo scambio di buone prassi in materia di sviluppo rurale e modelli di sostenibilità ambientale. 

Claudia Sedda, ufficio stampa Comune di Belvì.

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK