Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Microcredito in agricoltura. L'assessore Falchi ha annunciato "non ci sono fondi". Per Cualbu (Coldiretti) e Arbau (La Base) va fatto "partire subito"

a cura della redazione
Condividi su:

Ieri nel corso della tavola rotonda sul credito promossa da Coldiretti Giovani Impresa a Oristano, l’assessore regionale all’Agricoltura Elisabetta Falchi ha annunciato che “mancano le risorse per il microcredito in agricoltura. Le risorse, 20 milioni di euro, sono state spostate in altri capitoli. Per questo speriamo di riuscire a trovare le risorse nella prossima finanziaria”.

In chiusura del dibattito ha ripreso l’argomento il presidente regionale della Coldiretti Battista Cualbu.  “Il microcredito rientra nella proposta ‘Campo libero’ del premier Renzi: 30 mila euro a tasso zero. E’ assurdo che il mondo agricolo sardo non possa usufruire di questa opportunità. Chiedo alla Giunta regionale – ha concluso rivolto all’assessore – uno sforzo in questa direzione, perché anche noi dobbiamo avere le stesse opportunità e strumenti degli agricoltori del continente”. 

Sull'argomento è intervento anche il consigliere regionale de La Base Efisio Arbau: "nel 2015 deve partire il microcredito in agricoltura. E' necessario per giustizia verso gli altri settori che gia' usufruiscono dello strumento. La Sfirs è pronta a metterlo in campo ed i soldi si trovano in finanziaria. Preciso che sono soldi che generano un fondo di rotazione e che pertanto consentiranno di replicare l'iniziativa nel tempo. Il mio impegno sincero e determinato sarà speso nella Commissione Bilancio per raggiungere l'obbiettivo".

Condividi su:

Seguici su Facebook