Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Da Fonni l'idea di un consorzio IGP per i produttori di patate

Condividi su:

“Tuteliamo e valorizziamo le patate della montagna attraverso un marchio di qualità (IGP o DOP) e incentiviamo la nascita di un consorzio dei produttori”. E’ la proposta lanciata venerdì pomeriggio a Fonni nel corso di un interessante convegno sullo “sviluppo delle produzioni ortofrutticole di qualità” dal presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu.

Secondo il presidente della Coldiretti che ha preso ad esempio la "Patata dell'Alto Viterbese" (Igp), coltivata nel Nord del Lazio, in provincia di Viterbo, “con il marchio di qualità si valorizzerebbe uno dei prodotti caratteristici di questo territorio. La patata ha tutte le caratteristiche per ottenerlo, si tratterebbe solamente di certificare un’eccellenza della Barbagia”.

Inoltre “sarebbe opportuno incoraggiare la nascita del consorzio dei produttori che darebbe degli enormi vantaggi sia dal punto organizzativo che economico, nell’acquisto per esempio delle materie prime piuttosto che nella commercializzazione”. 

Una proposta che avrebbe sicuramente degli interessanti risvolti economici per il territorio “oltre che dare la possibilità – ha poi sottolineato sarcastico Cualbu – a chi incentiva il riconoscimento del marchio IGP per i Culurgiones ogliastrini con i fiocchi di patate olandesi, di acquistare le vere patate dei Culurgiones a pochi passi di distanza”.   

La patata di montagna con il marchio di qualità europeo, oltre che il recupero di una coltivazione tradizionale e di altissima qualità “si potrebbe inserire nella Pac e perché no nei bandi per le mense scolastiche”.


 

Condividi su:

Seguici su Facebook