Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ente Foreste e stabilizzazione operai: interrogazione di Sardegna Vera

Condividi su:

Un’interrogazione al presidente Pigliaru, all’assessore all’ambiente e del personale è stata presentata dal gruppo consiliare Sardegna Vera per conoscere quali siano le intenzioni della Regione Sardegna nei confronti dei lavoratori dell’ente foreste. Questi ultimi infatti attendono da tempo la stabilizzazione del loro rapporto di lavoro che si perpetua invece con assunzioni stagionali a fronte invece di un impegno costante e di un grande apporto nel raggiungimento degli obiettivi dell’ente.
Già dall’anno scorso la Regione aveva dato il via libera alla stabilizzazione del personale dell’ente foreste con il voto all’unanimità dell'articolo 4 della legge finanziaria, che disponeva 6 milioni di euro per stabilizzare i lavoratori nel triennio 2014-2016 e indicava nel numero massimo di 500 le unità lavorative con rapporto semestrale da stabilizzare con rapporto annuale.

A tutt’oggi l’articolo 7 non ha avuto attuazione, e inoltre ad aggravare la situazione di incertezza, arrivano le disposizioni del “Piano triennale del fabbisogno di personale dell’Ente Foreste”, che, “nell’individuare i criteri di reclutamento del personale, - si legge nell’interrogazione - di fatto pregiudicano i diritti e le legittime aspettative proprio de quei lavoratori precari che da anni hanno garantito il regolare funzionamento dell’ente, pur con gli innegabili disagi e sacrifici dovuti alla perdurante mancanza di un rapporto di lavoro stabile e duraturo; inoltre il suddetto Piano risulta essere in netto contrasto con una piena attuazione del processo di stabilizzazione dei precari dell’ente, in particolare nella parte in cui prevede assunzioni di dirigenti, quadri ed impiegati e del conseguente aggravio dei costi a carico del bilancio dell’ente, a discapito delle risorse previste per la stabilizzazione dei precari”.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook