Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

LODINE. L'ex sindaco assolto grazie alla perizia balistica: le armi detenute erano in realtà dei ferri vecchi

Condividi su:

Era stato arrestato nel 2010 per detenzione di armi clandestine e ricettazione. In realtà, ciò che i Carabinieri trovarono nella sua cantina e che gli valsero due capi di imputazione erano solo ferri vecchi che non avrebbero potuto sparare. E’ così che per Francesco Bussu, l’ex sindaco di Lodine al centro della vicenda, e difeso dall’avvocato Gianluigi Mastio, stamattina è arrivata l’assoluzione.

Il tutto grazie alla perizia balistica che ha certificato l’inefficienza a sparare delle due armi, la cui fabbricazione inoltre era talmente vecchia da risalire a un periodo dove non esisteva l’obbligo di matricola. A Bussu infatti veniva contestata anche l’abrasione del numero della matricola, che in realtà non è mai esistita su quei pezzi.

Condividi su:

Seguici su Facebook