Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

GAVOI. Terzo report dell'amministrazione a un anno dall'inizio del mandato

redazione
Condividi su:

L’amministrazione comunale di Gavoi ha pubblicato il report delle attività svolte nel periodo gennaio-aprile 2016.Si tratta del terzo report a un anno dall'inizio del mandato che fa parte del percorso di "democrazia partecipata", caratteristica fondante dell'azione di governo dell'amministrazione Cugusi. 

A seguire il testo integrale: 

Intro È passato un anno dall’insediamento della nuova Amministrazione Comunale sostenuta da Comunidade. Questo è il terzo report informativo che s’intende divulgare, a vantaggio della popolazione, al fine della conoscenza delle principali azioni amministrative e degli obiettivi conseguiti nel quadrimestre che va da gennaio ad aprile 2016. Ormai la fase transitoria dell’Amministrazione attuale si può definire superata, in quanto sia l’aspetto programmatorio che quello esecutivo, cominciano ad essere dal 2016, frutto dell’azione politica codificata nel programma elettorale che accompagnerà l’intero mandato.

Democrazia Partecipata L’attività delle commissioni continua con una larga partecipazione dei cittadini che mediante contributi, osservazioni critiche e dibattito, contribuiscono alla fase preliminare e preparatoria dell’azione amministrativa. Più volte le commissioni si sono riunite, confrontandosi sui temi più disparati, complessi ed elaborati, condividendo e soprattutto arrivando a una sintesi propositiva di forte ausilio per gli Amministratori con i quali hanno collaborato alla analisi e alla risoluzione delle problematiche, alla stesura di progetti e alla loro concreta realizzazione. Rispetto alle buone prassi di progettazione partecipata l’Amministrazione ha accolto l’Associazione “Rivos” di Cagliari per un incontro sulla progettazione per lo sviluppo del territorio. La riunione era dedicata al tema “Progettazione partecipata e coworking per il terzo settore”.

Comunicazione L’attività comunicativa dell’amministrazione, supportata da uno Staff composto da volontari, prosegue assiduamente su diversi canali: il Sito Istituzionale del Comune di Gavoi (con il supporto degli Uffici); la pagina Facebook del Comune di Gavoi; il Sito del Movimento Comunidade; la pagina Facebook del Movimento Comunidade; la pagina Facebook Ospitalità nel Cuore della Barbagia; l’Account Twitter del Comune di Gavoi; la stampa tradizionale; la produzione di materiali stampa (manifesti, volantini etc.); i Report quadrimestrali di informazione per i cittadini diffusi in tutti i canali citati e stampati in numerose copie, distribuiti nei principali luoghi di passaggio del paese (dai bar alle attività commerciali, dagli uffici alle sale d’aspetto degli ambulatori etc.). Dall’inizio del 2016 l’Amministrazione ha inviato ben 19 comunicati stampa tutti coperti dai media tradizionali e web. Lo Staff Comunicazione ha collaborato con diverse associazioni per la pubblicizzazione di eventi, la diffusione di informazioni, lo sviluppo grafico di manifesti etc. Si continua comunque a lavorare e a progettare un sistema implementato di comunicazione ancora più capillare.

Amministrazione del Comune La Giunta Comunale ha approfondito e approvato, come la legge prescrive, piani e regolamenti volti a migliorare il funzionamento della Pubblica Amministrazione: Aggiornamento del Piano anticorruzione 2016/2018; Piano sulla Trasparenza e l’Integrità; Piano delle azioni positive per il perseguimento delle pari opportunità. Si sta inoltre implementando sul sito del Comune di Gavoi il Portale del Cittadino che a breve consentirà a tutti, attraverso una semplice registrazione, di accedere al proprio profilo personale riguardante i rapporti con l’ente (anagrafica, tributi etc.). Un’importante innovazione, quest’ultima, volta a semplificare e migliorare il rapporto fra i cittadini e l’amministrazione.

Il Bilancio e le attività economiche Rispettando in pieno i tempi ministeriali e con largo e singolare anticipo rispetto ad altri Enti, il 29.04.2016 è stato approvato dal Consiglio Comunale il primo Bilancio di Previsione totalmente appartenente all’Amministrazione attuale e il Rendiconto di gestione dell’anno 2015. L’approvazione del Bilancio di Previsione è un obiettivo molto importante ché dà la possibilità di attuare la programmazione con la piena disponibilità delle risorse stanziate che, diversamente, non sarebbero state completamente disponibili. La mancata approvazione avrebbe comportato un utilizzo delle risorse in modo contenuto con una prospettiva limitata al breve periodo e non all’intero anno. Dal 30 aprile sarebbe scattata la “gestione provvisoria” con conseguenze importanti sul bilancio. Contestualmente a questi atti sono state approvate le tariffe Tari, il Documento Unico di Programmazione e il Programma pluriennale delle Opere Pubbliche. L’approvazione del Bilancio, un bilancio sano e solido, non è stata semplice, soprattutto a causa dei soliti e ulteriori tagli ai trasferimenti che rendono più difficile amministrare e far quadrare il più importante documento contabile dell’Ente. Si sono volute riconfermare, in linea con il programma, diverse voci di spesa riguardanti i servizi alla persona e alle categorie più deboli, i fondi alle Società Sportive e quelli per gli eventi caratterizzanti l’offerta culturale e turistica del territorio (Festival Letterario Isola delle Storie, Ospitalità nel Cuore della Barbagia). Una novità del BILANCIO 2016 è quella della storicizzazione di alcune importanti voci di spesa che negli anni precedenti venivano programmate in extremis utilizzando eventuali economie come il Servizio di Trasporto scolastico e le Terza Classe della Baby Ludoteca. Nonostante il calo demografico anche quest’anno si è riusciti a contenere finanziariamente la Tari, il tributo per lo smaltimento dei rifiuti. La tariffa a carico dei contribuenti è rimasta sostanzialmente invariata: il 75,32 % dei cittadini avrà un risparmio che va da 1 a 19 euro; il 14,57 % non subirà variazioni di tariffa; il 10% circa vedrà un aumento in bolletta di piccolissima entità (min 1 euro 3 max 17). Per il prossimo anno sono buone le prospettive per un ribasso sostanziale dovuto alla riduzione del costo dell’incenerimento del residuo secco presso l’impianto di Tossilo che scende dagli attuali 199,15 a 174 €/tonnellata. Il D.U.P. (Documento Unico di Programmazione) è il nuovo strumento che ha avuto il suo primo passaggio il 31.12.2015 e che è stato confermato dal Consiglio nella sua importante funzione di programmazione sia strategica che operativa. Tale documento accompagnerà l’Amministrazione lungo tutto il suo mandato e verrà costantemente aggiornato con nuovi obiettivi e nuove azioni. La sua redazione è stata molto impegnativa ma basilare per snellire il lavoro programmatorio degli anni a venire. Comprende linee programmatiche, strategie di mandato e obiettivi specifici da raggiungere nel breve e medio periodo. Da esso derivano, di conseguenza, gli obiettivi della performance del personale. Il D.U.P. è a disposizione dei cittadini sul sito web istituzionale e presso gli uffici comunali. Il Programma Triennale delle Opere Pubbliche, nel rispetto della nuova normativa contabile include solo opere per cui esistono attualmente i fondi disponibili. Al momento è presente un unico progetto di ampia portata, denominato Borghi d’Eccellenza che riguarda il completamento, potenziamento e promozione delle infrastrutture turistiche (siti archeologici, museali, ufficio informazioni turistiche, wi-fi per il Centro Storico, piattaforme e materiali di marketing e promozione del territorio). Per l’attuazione dell’importante azione progettuale sono state formate due task force, una di tecnici esterni incaricati e una formata dai dipendenti comunali che con il supporto degli amministratori porteranno a termine azioni materiali e immateriali del progetto. Nel Consiglio Comunale del 29/04/2016 si è voluto spiegare ai presenti in modo semplice come il Bilancio è stato pensato e redatto: ciascun assessore e consigliere ha reso in modo chiaro uno degli atti amministrativi più ostici e normalmente comprensibili solo dagli addetti ai lavori (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/comunica/comstm.asp?id=37 ).

Attività Produttive, Turismo e altre azioni di finanziamento: progetti presentati, bandi etc. Con deliberazione della Giunta Comunale del 06/04/2016 n. 21 allegato al bilancio di previsione 2016, è stata verificata anche la quantità e qualità delle aree fabbricabili da destinare alla residenza ed alle attività produttive per l’anno 2016, da cui risulta che, all’interno del Piano per gli insediamenti produttivi PIP, sono ancora disponibili tre lotti per l’insediamento di attività produttive e terziarie per complessivi mq pari a 3655. A questo proposito, coerentemente con l’impegno programmatico di agevolare e sostenere le attività produttive, l’Amministrazione ha lavorato con metodo partecipativo sull’adeguamento del Regolamento PIP. L’Amministrazione, gli uffici, lo staff giuridico-politico, raccogliendo le segnalazioni e i suggerimenti degli operatori economici e della Commissione Attività Produttive, dalla quale sono emerse criticità e limiti del precedente regolamento, hanno apportato importanti modifiche sia nella direzione di estendere la platea delle attività insediabili, in relazione alle concrete possibilità di sviluppo del territorio, rimuovendo limiti che ostacolavano ingiustificatamente l’attività imprenditoriale, che in quella di promuovere l’effettivo ed efficace insediamento dell’area PIP, ponendo regole chiare e semplificando gli adempimenti. Il nuovo Regolamento mira, da un lato, a consentire agli assegnatari delle aree di programmare le proprie iniziative produttive e imprenditoriali sulla base di norme chiare, semplici e allineate con la tempistica prevista dalla normativa generale; dall’altro, ad agevolare e rendere effettivo da parte dell’Amministrazione, il controllo e verifica dell’adempimento delle prescrizioni contrattuali e amministrative sull’utilizzo dell’area per la finalità di acquisto. Un importante adeguamento dello strumento, dunque, al fine di favorire la semplificazione e l’efficienza. Il Regolamento verrà illustrato e approvato nel Consiglio Comunale previsto per l’8 giugno.

Benessere Sociale, Sport, Cultura, Istruzione, Identità. Tra gli appuntamenti canonici della Comunità gavoese non si può certo scordare quello del Carnevale. La festa della spontaneità, dal forte senso culturale e dal crescente richiamo turistico, ha avuto il supporto logistico, comunicativo e economico della Amministrazione Comunale. I festeggiamenti sono iniziati con “Sa sortilla de tumbarinos” del giovedì grasso. Un bagno di folla e un grande spettacolo di musica e maschere. Nei giorni successivi per le vie del paese è proseguito il carnevale con “Sas Cambaradas”, gruppi di maschere che vengono accolte nelle case dove si recano a portare allegria, canti, balli. La sfilata dei carri allegorici tenutasi il lunedì è avvenuta con il supporto dell’Amministrazione Comunale. Sono stati premiati i carri più belli. Ma anche i gruppi non premiati hanno ricevuto un rimborso spese. Propedeuticamente alla Sfilata dei Carri allegorici l’Amministrazione Comunale ha convocato una riunione alla quale hanno partecipato i carristi del territorio e le Pro Loco di Gavoi, Ollolai e Lodine. Si è lavorato assieme a programmare le attività culturali del carnevale e valorizzare la festa con spirito collaborativo intercomunale. Particolare attenzione è stata rivolta ai bambini con l’evento “Il Regno delle Favole”, patrocinato dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con la Pro Loco è organizzato dal gruppo spontaneo denominato “Le Giovani Marmotte” presso la discoteca Marabù (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/comunica/comstm.asp?id=29 http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/comunica/comstm.asp?id=28 ). A questo proposito L’Amministrazione partecipa al partenariato (deliberazione del 27/04/2016 n° 31) per accedere ai fondi per l’organizzazione di manifestazioni di grande interesse turistico (L.R. 21.04.1955 e ss.) a seguito della sottoscrizione di un protocollo d’intesa con diversi comuni del territorio (capofila Nuoro) ”finalizzato a promuovere e valorizzare gli eventi d’identità culturale come le manifestazioni inserite nel circuito “Sardegna Cultura” dei “Carnevali di Sardegna”. Nei mesi di febbraio e marzo il Museo Comunale Casa Lai ha accolto la mostra fotografica Fiore Sardo di Žiga Koritnik, sloveno, cameramen e fotografo di fama, innamorato della Barbagia. Sessanta immagini che ritraggono la lavorazione del formaggio millenario dei pastori barbaricini esposte a Gavoi grazie all’iniziativa culturale dell’Amministrazione Comunale e dell’Associazione Tumbarinos. 4 In occasione dell’Otto Marzo, Festa della donna, l’Assessorato della Cultura e Benessere Sociale, e l’Associazione Culturale S’Isprone, con l’intento di sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza di genere, hanno proposto uno spettacolo forte e significativo. Si è voluto attraverso la teatralizzazione e il dibattito spingere la comunità alla presa di coscienza e al confronto. Lo spettacolo intitolato “Marcella” era un monologo a cura della compagnia teatrale Barbariciridicoli, che ha visto sul palco l’attrice Valentina Loche, autrice del testo assieme al regista Tino Belloni. La primavera barbaricina è iniziata con l’evento Invasione Poetica. Tre giornate, il 15, 16, 17 aprile, dedicate ai versi e alla poesia in ogni sua forma. Un programma fitto e variegato che si è realizzato in un’importante cornice di pubblico per ogni appuntamento, grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale, dell’Associazione Culturale S’Isprone e della Commissione Cultura coadiuvate da Prociv Arci, LIPS, Poetry Slam Sardegna, Jam Ensemble e Biblioteca Comunale. Un evento per tutti i gusti e per tutte le età composto da tre cartelloni differenti che hanno occupato gli spazi pubblici, i bar, i ristoranti: Azioni CINEpoetiche, PoEtande, PoEtande in sardu e, evento nell’evento il 1° Barbagia Poetry Slam con un ospite d’eccezione, il poeta e performer tedesco Frank Klötgen. Il tutto contrassegnato da grande informalità, libertà, aperitivi e incontri a stretto contatto con il pubblico partecipativo e entusiasta (approfondimento:http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/comunica/comstm.asp?id=33 ; https://associazioneisprone.wordpress.com/2016/03/29/invasione-poetica-giornate-della-poesia/comment-page-1/ ). Il 23, 24, 25 aprile il paese di Gavoi si è immerso nella cultura gastronomica tradizionale e nello studio delle piante commestibili del territorio grazie all’iniziativa dell’UTE, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, Laore, Prociv Arci. Proseguono con una buona partecipazione di bambini e ragazzi le attività di animazione alla lettura e le attività laboratoriali in Biblioteca anche con il supporto dei volontari del SCN del Comune di Gavoi, la Prociv Arci e l’Ute. I Laboratori sono stati rivolti ai bambini e ragazzi della scuola primaria, ai bambini della Ludoteca, ai ragazzi dell’ADI. Numerose le tematiche e i libri presentati. Di seguito ne citiamo alcuni: Animazione alla lettura e laboratori didattici sulla Shoah; Le fiabe di Italo Calvino; L’albero di Anne Frank; La costituzione Italiana; I diritti delle donne; Invasione poetica: Duello all’Ultima rima Classe III-V Scuola Primaria e Mostra bibliografica sulla poesia; Violenza sulle donne; “Aspettande Sa die de Sa Sardinna” - Giornate al museo Casa Porcu Satta. Durante i primi mesi del 2016 sono stati attivati i Laboratori dell’Isola delle Storie, gestiti dalla associazione e finanziati dalla Amministrazione Comunale presso l’Istituto Comprensivo di Gavoi, con attività anche a Ollolai e Olzai. Limba e Identidade sono state le tematiche sviluppate a chiusura del progetto Ufitziu de sa limba sarda che ha coinvolto l’Unione dei Comuni Barbagia e anche Gavoi. Il progetto, che l’Unione sta riproponendo per un’altra annualità con il Comune di Gavoi come capofila, si è chiuso il 17 febbraio con una giornata di studio a Lodine alla quale hanno partecipato gli operatori dello sportello, l’Istituto Bellieni di Sassari e numerosi esperti. In collaborazione con l’Università di Edimburgo e la professoressa Starace, inoltre, l’Assessorato ha promosso una ricerca sul bilinguismo in Sardegna attraverso la somministrazione di questionari a campione. Nell’ambito dell’istruzione, sicuramente, uno degli obiettivi più importanti è stato conseguito a seguito della delibera della Giunta Regionale del 01/03/2016, che ha consentito dal prossimo anno scolastico 2016/17 l’attivazione presso l'Istituto superiore ex C. Floris (sede staccata dell’I.I.S. Ciusa di Nuoro), dei corsi serali per Geometri (Istituto Tecnico Tecnologico indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio) promossi dal Centro Permanente per l’Istruzione degli Adulti. Obiettivo fondamentale questo per l’Amministrazione Comunale di Gavoi, che si è molto battuta per ottenerlo interloquendo con le istituzioni scolastiche, con l’Amministrazione Provinciale e soprattutto con l’Assessorato Regionale all’Istruzione. Il corso serale mancava a Gavoi da circa un decennio. Il risultato raggiunto rappresenta il primo passo verso la rivitalizzazione della Scuola Superiore di Barbagia. Nelle intenzioni programmatiche dell’Amministrazione c’è il rafforzamento della Scuola di Territorio al fine di garantire il diritto allo studio per tutti. Per questo motivo, in seguito a più incontri partecipati della Commissione Istruzione, sono stati promossi tavoli di discussione con le istituzioni scolastiche e con tutti i sindaci della Barbagia al fine di proporre una rinnovata offerta formativa e rinforzare i presidi scolastici in controtendenza rispetto alle politiche dei tagli governativi. Rispetto alla promozione delle scuole barbaricine l’Amministrazione Comunale, in occasione della scadenza delle iscrizioni alla Scuola Superiore, ha diramato un comunicato rivolto alle famiglie evidenziando l’importante presenza di due presidi scolastici di pregio da tenere in considerazione per la scelta: l’ex I.I.S. Floris a Gavoi e il Liceo Pedagogico a Fonni. L’Amministrazione è inoltre in constante contatto con il CPIA di Nuoro per favorire l’attivazione di ulteriori corsi scolastici per adulti nel territorio (es. corsi per il conseguimento della licenza media). Il Comune di Gavoi con la disponibilità di amministratori e Uffici ha partecipato al progetto di Alternanza Scuola Lavoro, in continuo dialogo con le istituzioni scolastiche e il corpo docente, accogliendo numerosi studenti in stage dell’I.I.S. F. Ciusa di Nuoro (ex Floris Gavoi), e di alcuni istituti nuoresi. Per il binomio Sport e Cultura è stato presentato, in presenza dell’autore, l’ultimo libro di Nanni Boi “Storie di pallone in Sardegna”. Un insieme di racconti e testimonianze con protagonisti 36 calciatori sardi che hanno debuttato nel campionato di serie A. È stata una bella occasione d’incontro utile a proporre un’idea del calcio, non solo come agonismo e coinvolgente spettacolo sportivo ma anche come momento di narrazione, cultura, socialità, profonda amicizia, solidarietà. L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione Culturale S'Isprone in collaborazione con la Polisportiva Taloro Gavoi e l'A.S.D. Sirbons Gavoi e patrocinata dall’Amministrazione Comunale (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/avvisi/avviso.asp?id=490). Come previsto dal programma partecipato di Comunidade si prosegue dunque nell’invasione di tutti gli spazi possibili (pubblici e privati) con eventi culturali e formativi. Si porta la poesia in luoghi inconsueti come bar e ristoranti. Proseguono i momenti di animazione alla lettura in biblioteca, si rendono versatili gli spazi istituzionali, gli spazi del Museo Comunale ex Casa Lai, allestiti con 5 la nuova strumentazione, ospitano presentazioni, esposizioni ed eventi, presso l’ex scuola media continua il progetto musicale de S’Isprone Jam Ensamble. Proseguono anche le visite guidate su prenotazione alla Casa Museo Porcu Satta a cura dei Volontari del Servizio Civile Nazionale e dei volontari dell’UTE. Riguardo al Benessere sociale il 14 aprile la Regione Sardegna ha pubblicato la graduatoria dei progetti di Servizio Civile Nazionale e il progetto del Comune di Gavoi "Zovanos de cras: la comunità dei ragazzi" che prevede l'inserimento di 4 volontari in attività di aggregazione e inclusione sociale per minori per un anno, è stato ammesso a finanziamento con un ottimo punteggio (nono su 93 progetti approvati, mentre 86 sono stati esclusi). Entro il mese di giugno i ragazzi interessati a prestare la loro opera di volontario del SCN per il Comune di Gavoi potranno presentare la propria candidatura. (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/avvisi/avviso.asp?id=500). Sono state espletate le procedure di attivazione del progetto di Contrasto alle povertà transitorie e attivati i primi piani di inserimento lavorativo in servizi per la comunità con il Servizio Civico. In questo periodo si sono susseguite diverse riunioni fra gli Assessori ai Servizi Sociali dei Comuni aderenti all’Unione Barbagia per le attività di co-progettazione a valere sul bilancio dell’Unione. Una buona prassi che intende coinvolgere l’utenza di tutti i comuni in un processo propositivo condiviso rispetto ai servizi offerti e alle attività da svolgere insieme superando i confini comunali. L’Assessore ha partecipato a tre incontri del PLUS nei quali si è lavorato alla programmazione dei servizi territoriali del distretto di Nuoro. In una delle sedute sono state sottolineate alcune criticità di gestione del bilancio da parte dell’Ufficio di Piano. Sono allo studio soluzioni alternative e di supporto all’ufficio. Si è riunita anche la Commissione Migranti con un ordine del giorno ampio che ha toccato i temi del flusso migratorio in Sardegna, della capacità di accoglienza del territorio, della programmazione delle attività della commissione rispetto alla educazione all’accoglienza dell’altro.

Territorio e Ambiente Nell’ambito delle opere pubbliche con deliberazione della Giunta Comunale del 13/04/2016 n. 26 è stato approvato il progetto definitivo - esecutivo della Palestra delle Scuole Medie di via Pio XII. La gara d’appalto è stata già espletata per un importo complessivo di € 56.312,97. L’opera rientra nei finanziamenti stanziati per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Volge al termine, con l’approvazione della perizia tecnica di alcuni lavori complementari, anche la realizzazione del Centro di raccolta comunale a supporto della raccolta differenziata per un importo complessivo di € 100.000,00. I lavori complementari consistono nel completamento della recinzione per un importo complessivo di lavori per € 11.789,07 finanziati da economie derivanti dal progetto principale. La strutturare per essere operativa richiede però altri interventi di completamento per i quali si stanno cercando risorse e nuovi finanziamenti. Per perseguire l’obiettivo della manutenzione, messa a norma e potenziamento degli impianti sportivi si è provveduto a sistemare e ottimizzare l’accesso stradale che conduce al palazzetto dello sport e ai campetti. Si prosegue, con la collaborazione della Commissione Urbanistica e Ambiente nel percorso che porterà all’adozione del P.U.C.. Gli amministratori hanno definito le linee guida del Piano, hanno incontrato i tecnici regionali ottenendo una propedeutica approvazione delle scelte compiute e hanno incontrato e sollecitato più volte i tecnici incaricati alla progettazione affinché consegnino il lavoro al più presto e il piano possa essere portato in consiglio. Inoltre sono stati quantificati in un accertamento di entrata i proventi delle sanzioni amministrative per violazioni al codice della strada per l’anno 2016 per una cifra pari a € 10.0000. Tali somme sono state destinate a interventi di potenziamento e manutenzione della segnaletica delle strade, attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, manutenzione delle strade di proprietà dell'ente, acquisto di mezzi e attrezzature per i Servizi di polizia municipale (Giunta comunale del 27/04/2016 n. 30). In fine l’Assessorato prosegue nell’interlocuzione costante, iniziata all’indomani dell’insediamento, con la commissariata Provincia di Nuoro per la risoluzione del problema di viabilità inerente la SP Gavoi-Mamoiada che versa in condizioni disastrose e reca pericolo agli automobilisti. L’amministrazione, evidenziando l’urgenza dell’intervento manutentivo stradale, ha interessato e sollecitato più volte, sia verbalmente che per iscritto, la risoluzione del problema prima l’Amministratore Straordinario dott.ssa Sabina Bullitta e poi la dott.ssa Alessandra Pistis e i relativi uffici competenti. In proposito, è stato altresì sollecitato l’intervento dell’Assessorato ai Lavori Pubblici della Regione Sardegna, atteso che, la situazione disastrosa dell’arteria stradale appare comune allo stato di disfacimento delle Strade Provinciali di Nuoro che, come riconosciuto dal medesimo Responsabile del servizio stradale della Provincia, per il 75% versano in situazioni critiche o disastrose. L’Amministrazione rispetto alla viabilità stradale si è messa, inoltre, al fianco del comune di Mamoiada firmando un documento di sollecito all’ANAS per la pronta messa in sicurezza della galleria sulla statale 389 in territorio mamoiadino appunto, che mostra un impianto di illuminazione carente e abbisogna di interventi manutentivi.

Nuovo Municipio e Politica Intercomunale Tra le azioni politiche di rete sovracomunale che sono state promosse, c’è stata quella di tutti i Sindaci e Amministratori dell’Unione dei Comuni Barbagia a proposito della gestione dei rifiuti urbani. Nella comunicazione inviata alla Regione Sardegna è stata messa in risalto una richiesta importante agente su due fronti: ambiente e salute. 6 Sul primo punto, coerentemente al programma di governo della Giunta Regionale, la richiesta è stata quella di una politica ambientale ispirata a “Rifiuti Zero”, contro l’implementazione strutturale dell’inceneritore di Tossilo, al fine di rendere le realtà locali parte attiva in tema di gestione rifiuti anche attraverso la partecipazione a tavoli di discussione e decisione su una materia che tocca in primo piano i Comuni, i propri territori e le loro popolazioni; mentre sul fronte salute una rilevante e non più sottovalutabile attenzione circa i dati sull’incidenza dei nuovi casi di tumore della Provincia di Nuoro e dell’Ogliastra (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/news/news.asp?id=87). Tra gli atti condivisi come Unione dei Comuni rientrano anche quelli relativi ai vili attentati agli amministratori e ai funzionari pubblici accaduti in questi mesi in diversi paesi della Sardegna. Si è voluto manifestare indignazione e solidarietà nonché una netta presa di posizione unanime che invita al dialogo e alla partecipazione attiva e democratica tutti i cittadini. Si è voluta rafforzare la posizione dell’Amministrazione anche attraverso l’approvazione da parte del Consiglio Comunale di un ordine del giorno durante la seduta del 29.04.2016; il documento ha esplicitato e ribadito una netta condanna degli attentati agli Amministratori Comunali e una chiara apertura al dialogo, alla partecipazione attiva alla vita amministrativa che parta da una crescita del senso civico per arrivare al massimo rispetto della legalità. (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/comunica/comstm.asp?id=35). Nella stessa seduta di consiglio è stata affrontata, con un ordine del giorno, anche la questione dei lavoratori esposti all’amianto. L’argomento di ampio spessore politico e emotivamente coinvolgente, si è sviluppato con una netta presa di posizione a sostegno sia dei lavoratori che delle famiglie coinvolte. Lo scopo è stato quello di portare a conoscenza dell’intera comunità gavoese non solo la posizione dell’Amministrazione di fronte a un problema di forte impatto sociale ma anche quello di documentare l’intera popolazione sull’attuale situazione delle famiglie coinvolte da questo imponente problema. È stata l’occasione per ascoltare dalla viva voce di una nostra compaesana la narrazione della lotta per i diritti di coloro che sono stati esposti a questo pericoloso elemento e dei loro familiari (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/comunica/comstm.asp?id=36). La collaborazione fra i comuni del territorio e la compattezza dell’azione politica intercomunale è oggi una priorità che questa amministrazione sta perseguendo con forza all’interno dell’Unione dei Comuni Barbagia. Il Sindaco Giovanni Cugusi è attualmente presidente di turno dell’Unione e assieme ai colleghi tutti sta governando un delicato periodo di passaggio dovuto alla Riforma Regionale degli Enti Locali. In questo contesto i sindaci hanno incontrato l’Assessore Regionale Erriu proponendosi come una Unione dei Comuni della Barbagia costituita da elementi coesi e collaboranti ottenendo il placet dell’Assessorato. Si prosegue così in un governo congiunto del territorio nel pieno interesse dei barbaricini. All’interno dell’Unione si stanno programmando i fondi e si stanno definendo i progetti prioritari con assidui incontri che coinvolgono i sindaci e gli assessori delegati (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/comunica/comstm.asp?id=30). Nell’ambito della politica sovracomunale, in linea con il programma partecipato, rientra anche la continuità e il rinnovo nella linea della collaborazione tra L’Unione dei Comuni Barbagia e la Comunità Montana Gennargentu Mandrolisai per il Gal. Con tale accordo, sono stati rinsaldati i vincoli fra i paesi e gli abitanti del territorio al fine di co-progettare il proprio futuro ripartendo dalle risorse della terra, della collina e della montagna lavorando di concerto, in linea con la programmazione comunitaria per lo sviluppo rurale. Questo percorso è iniziato nel 2008 all’interno del GAL BMGS e insieme s’intende programmare nuove strategie per il periodo 2014-2020. Si è voluto continuare a credere nella prosecuzione della programmazione partecipata dal basso relativamente ai fondi comunitari messi a disposizione di ciascun GAL al fine di far convergere le risorse sul territorio. Gli attori locali coinvolti continuano a ritenere che il volano di una sana economia locale si basi su obiettivi comuni quali l’affinità culturale e le tradizioni che possono rivelarsi un’opportunità per la lotta allo spopolamento e per il maggiore benessere economico. (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/comunica/comstm.asp?id=31 ). A Gavoi si è tenuto anche l’incontro di programmazione partecipata del Gal Bmgs con la presenza di un centinaio di persone che attivamente hanno portato le loro proposte in una attività facilitata dagli operatori dello stesso Gal. Altro punto di politica intercomunale, trattato dall’Amministrazione e correlato alla situazione industriale di Ottana e ai problemi legati alla salute dei lavoratori, è quello del futuro della zona produttiva di Ottana connesso al ripristino del regime di essenzialità per la centrale di Ottana-Energia. In primis si è voluta esprimere la solidarietà agli operai e operaie in lotta per il proprio posto di lavoro, ma nel contempo si è rimarcato con forza che, per evitare gli errori ed i fallimenti passati, si deve necessariamente ripartire da uno sviluppo sostenibile del nostro territorio. Si è ribadito che il futuro della Sardegna di mezzo è legato all’agro-alimentare, all’attenzione per l’ambiente e alla difesa di tutto ciò che ci appartiene (natura, prodotti locali, artigianato, etc), e all’insediamento di realtà produttive manifatturiere compatibili con la vocazione del territorio. Aziende che si possano sostenere economicamente creando posti di lavoro e reddito. Una visione alternativa rispetto al modello sinora proposto che ha eretto solo una cattedrale nel deserto, ora in penoso disfacimento. Si ritiene che la strada percorribile sia quella di procedere al risanamento e alla riqualificazione ambientale del sito industriale, con l'impiego immediato degli operai che hanno perduto il loro lavoro, spingendo le figure istituzionali del territorio, in modo congiunto, verso una politica orientata alla sostenibilità e al reale progresso. (approfondimento: http://www.comune.gavoi.nu.it/cominfo/comunica/comstm.asp?id=34).

Condividi su:

Seguici su Facebook