Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Si sblocca la situazione della Biblioteca Satta: rimane in capo a Comune e Provincia grazie a un'integrazione alla legge di riordino enti locali

redazione
Condividi su:

Il consorzio per la pubblica lettura Satta rimarrà sotto la gestione del Comune e dell'ente Provincia. A deciderlo l'approvazione di un'integrazione in Consiglio regionale che di fatto modifica la legge regionale in tema di riordino degli enti locali (la n. 2 del 4 febbraio 2016) con la quale la Regione, all’art. 29, comma 4, aveva disposto di subentrare a Comune e Provincia quali enti consorziati, "nei poteri e in tutti i rapporti attivi e passivi - si legge nel testo della legge - facenti capo al Consorzio per la pubblica lettura “S. Satta”, che conserva le finalità determinate nei propri atti istitutivi". 
Di poco fa l'approvazione del seguente testo che ha visto in prima fila il consigliere Gaetano Ledda (La Base) anche in qualità di partecipante alla conferenza dei capi gruppo attraverso la quale si è raggiunto l'obiettivo. Alla fine del comma 4 dell'articolo 29 della legge regionale n. 2 del 2016 è aggiunto il seguente periodo: "il presente comma non si applica fino alla data della definitiva soppressione della Provincia di Nuoro, disposta ai sensi del presente articolo, e il subentro avviene con le modalità stabilite d'intesa tra la Regione e gli enti consorziati".
Questo significa che il Comune di Nuoro può in questo modo procedere al pagamento degli stipendi ai dipendenti. 
Grande soddisfazione da parte del Presidente della Base Efisio Arbau e di Sebastian Cocco, vicesindaco del Comune di Nuoro che all'unisono dichiarano: "la soluzione individuata per la biblioteca Satta dimostra come, con il buonsenso ed il lavoro, molti problemi degli enti locali si possano risolvere in tempi rapidi. Per questo é nostro dovere ringraziare il consigliere regionale della Base Gaetano Ledda che ha contribuito con la sua proposta di legge e con la posizione assunta durante la conferenza dei capigruppo in consiglio regionale a dare al Comune di Nuoro il necessario ruolo centrale nella gestione e programmazione dell'attività del Consorzio bibliotecario del nostro territorio".

Condividi su:

Seguici su Facebook