Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Intervista a Efisio Arbau: "continueremo a lavorare per le persone che stanno fuori dal palazzo"

a cura della redazione
01/08/2015
Politica
Condividi su:
a cura della redazione

Come ci si sente a morire e resuscitare politicamente nel giro di una settimana?

"Non bene. Tuttavia stare fuori dal palazzo non sarebbe stata la morte della mia attività politica. L'ho e l'abbiamo dimostrato negli anni scorsi. La Base è un movimento di appassionati che vivono del loro lavoro, e che si sta radicando in tutto il territorio regionale. E' l'unico soggetto politico capace di fare alleanze con i civici. Proprio per questo a fine estate faremo una giornata formativa per gli amministratori locali".  

Ed il cinico mondo della politica? Pigliaru, i suoi colleghi consiglieri ed i segretari dei partiti "alleati"?

"Un silenzio quasi totale. Ringrazio Alberto Randazzo che mi ha sostenuto come un fratello minore inesperto e naturalmente i miei compagni di movimento e di gruppo. Su tutti il mitico Gaetano Ledda. Dal presidente e dai segretari neanche un sms di circostanza. Una cosa disumana che conferma perché questa coalizione nata a freddo in qualche angusta stanza chiusa non riuscirà a fare grandi cose. E' e rimane un aggregato messo assieme all'ultimo momento dopo aver giubilato ingiustamente chi aveva vinto le primarie. A proposito Francesca Barracciu, anche in questa circostanza, ha dimostrato di essere una delle poche persone che girano per la politica. Ma non ho tempo da perdere con i cinici e disumani essendo attorniato da tante persone che mi vogliono bene".

Ma la vicenda come si chiude?

"E boh. Prima della sentenza patacca era oggettivamente un mero processo temerario di chi non è stato eletto, adesso è diventato un casino giudiziario. I miei avvocati Francesco e Benedetto Ballero, e Angelo Clarizia sono ottimisti".

E l'attività in consiglio?

"E' una risposta scontata: lavoro, lavoro e lavoro".

Si, ma con la maggioranza tutto bene?

"Non è mai andata bene e continuerà ad andare così. Siamo diversi, abbiamo idee molto diverse. Il nostro unico obbiettivo è portare risultati concreti per le persone che stanno fuori dal palazzo. In sedici mesi abbiamo ottenuto risultati importanti facendo battaglie che quando finiamo questa pena racconterò nel dettaglio".

Condividi su:
a cura della redazione

Seguici su Facebook