Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Tocco (FI) sul caso della donna di Ovodda e della chiusura di ostetricia a Sorgono

Politica
Condividi su:

"E’ assurdo che al San Camillo di Sorgono manchi un reparto di ostetricia. Il fatto della donna costretta ad un aborto per la mancanza di una struttura nelle vicinanze del territorio è un ulteriore prova che i tagli stanno penalizzando la sanità isolana". E’ la dura presa di posizione del consigliere regionale Edoardo Tocco (FI) che ha più volte messo l’accento sulle sforbiciate in commissione sanità. "Anche durante il sopralluogo a Sorgono si è posto in evidenza la carenza derivante dai continui tagli ai servizi indispensabili sul territorio – continua Tocco – E’ incomprensibile ed inaccettabile che ci sia un ridimensionamento dei reparti nei piccoli ospedali per favorire territori più popolati. I collegamenti nel Nuorese sono in una condizione che consente una distribuzione ottimale delle risorse. C’è poi la questione dell’elisoccorso, altro servizio da potenziare in caso di emergenze sul territorio".

Condividi su:

Seguici su Facebook