Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

JUNIORES. Taloro sconfitto in casa

L'Usinese viola il Maristiai con un gol al 2'

| di a cura della redazione
| Categoria: Sport
STAMPA

TALORO - USINESE 0 - 1

TALORO. Ruggiu, Massidda, Bollas, Paniziutti, Sedda, Dessolis, Gianluca Manca (85’ Daga), Gusai, C. Manca (66’ Soru), Zedda, Filindeu (60’ Sedilesu). A disposizione Giau, Salvatore Zedda, Daniele Soru. Allenatore Franco Cottu. 

USINESE. Picconi, Ventura, Tilocca, Fadda, Masala, Sini, Chessa, Usai, Marongiu, Pinna, Manca. A disposizione Sanna, Simula, Salaris, Demartis, Sechi, Fozzi, Solinas.

RETE. 2' Marongiu

GAVOI. Con un gol al 2’ l’Usinese si aggiudica il primo match delle semifinali e viola il Maristiai, fino ad oggi off-limits per tutti: i barbaricini avevano vinto 12 incontri su 12.

Il gol a freddo ha condizionato la gara, con gli uomini di Franco Cottu che sono rimasti 20 minuti storditi. Quando si sono ripresi tuttavia non hanno ritrovato la lucidità necessaria per superare il muro difensivo avversario. Adesso serve vincere fuori casa per centrare la terza finale consecutiva e difendere il titolo di campioni regionali.

La partita non è stata bellissima condizionata da un campo molto pesante per la tantissima pioggia caduta negli ultimi due giorni.

Pronti via e l’Usinese è già in vantaggio. Sini in area vince un rimpallo e tira trovando appostato sul secondo palo Marongiu che tutto solo deve solo accompagnare la sfera in rete. Il Taloro sembra reagire subito con capitan Zedda che da fuori area tira debole a lato. Ma è un fuoco di paglia. La squadra è stordita e rischia in un paio di occasioni di subire il raddoppio. Al 5’ Sini di un soffio non riesce a correggere di testa davanti a Ruggiu. E ancora al 13’ Chessa in contropiede calcia in corsa, parata facile. Con il passare dei minuti i padroni di casa prendono in mano la partita schiacciando l’avversario sulla propria trequarti, senza però riuscire ad impensierire Picconi.

Ancora una partenza sprint nel secondo tempo. Questa volta è Filindeu dal limite dell’area a girare in rete: traversa alta. Poi stessa musica. Rossoblu a fare la partita e Usinese chiusa che cerca di ripartire. Per vivere qualche emozione bisogna attendere il 33’, quando il pubblico urla gol. Ma è solo un illusione. Il colpo di testa di Gusai finisce infatti fuori a fil di palo.

Negli ultimi minuti il pressing si fa ancora più asfissiante, ma partorisce solamente un diagonale di Sedilesu e un paio di tiri di Zedda da fuori area, senza arrecare nessun pericolo per la porta difesa da Picconi. 
 

a cura della redazione

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK