Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

TIANA. Il paese, meta ideale per chi vuole staccare dallo stress, ospita Cortes Apertas e regala al visitatore un viaggio nella Barbagia di un tempo

Per tutta la giornata di oggi sarà possibile visitare case antiche e fare percorsi tra torrenti, mulini e la ormai celebre gualchiera

redazione
Condividi su:

TIANA. Oggi ultimo giorno di Cortes Apertas. La manifestazione, all’interno del circuito Autunno in Barbagia con la quale conoscere storia e tradizioni del piccolo borgo grazie a un programma appositamente studiato dall’ amministrazione comunale guidata da Bruno Curreli, Proloco e Aspen, che è un concentrato di saperi, sapori e tradizioni.

Il turista potrà conoscere le caratteristiche di una Sardegna antica e che basava il suo lavoro su ciò che offriva la terra.

“Viviamo lontani dal caos, vicino alla felicità”, sottolineano sulle loro brochure ed è proprio questo a fare la differenza rispetto alle altre manifestazioni del circuito.

Per chi vuole staccare dallo stress quotidiano e riposarsi in tutta tranquillità, Tiana è la meta consigliata. Il territorio è ricco di sorgenti , e grazie al clima mite l’economia fino a poco tempo fa era perlopiù  autosufficiente.

Inoltre è possibile visitare numerosi siti archeologici, testimonianza della presenza dell’uomo fin da epoche antichissime.

Il programma di oggi, secondo giorno della manifestazione Cortes Apertas, prevedeva infatti alle 8,30 un’escursione guidata alla scoperta del territorio dove è possibile visitare il museo “le vie dell’acqua”, nato per via della numerosa presenza di torrenti, del mulino e di due gualchiere, un tempo strutture fondamentali per il sistema pastorale, perché eseguivano la follatura dell’orbace: la lana dei pastori che dopo il trattamento veniva resa impermeabile.

Tra oggi e domani inoltre sarà possibile assistere anche alla lavatura, cardatura, pettinatura, filatura e orditura e infine tintura della lana. Grande spazio alla lavorazione del grano, dalla macinatura alla cottura del pane. Immancabile la lavorazione dei formaggi. Tutto questo secondo le tecniche di un tempo, grazie soprattutto alla presenza a Tiana di numerosi macchinari e strutture  che nel tempo sono rimaste intatte, immobili, a testimonianza che l’arte del passato può ancora rappresentare una grande risorsa per il futuro.

Domani giornata finale che darà spazio nel pomeriggio al gusto. Dalle 10 andrà in onda la 5° edizione di “Il percorso del Gusto” dove è prevista la preparazione di pietanze tipiche da parte di “encomiabili chef”, si legge nella brochure, che daranno il loro tocco personale assemblando gli ingredienti a km 0 che a Tiana hanno rappresentato per tanto tempo il sostegno economico alle famiglie.

Leggi il programma nella brochure allegata.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook