Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il 21, il 22 e il 23 luglio a Bolotana il 30esimo Festival Folk Internazionale

Condividi su:

 Prende il via giovedì 21 luglio 2022, a Bolotana, la 30esima edizione del festival folk internazionale “Incontro di danze e tradizioni popolari”, organizzata dall’associazione culturale e folclorica “Ortachis”. La manifestazione gode della collaborazione della Regione Sardegna, della Fondazione di Sardegna, del ministero della Cultura, di Sardegna endless island, del Comune di Bolotana e della sezione Cioff Italia. Un appuntamento importante, quello di quest’anno, perché la rassegna è giunta al suo trentesimo compleanno. “Trenta anni insieme a voi” recita lo slogan dell’evento. “Un traguardo importante – dice il presidente dell’associazione “Ortachis”, Antonello Zolo – che evidenzia quanto le tradizioni popolari siano fonte di aggregazione, di crescita e di incontri culturali che vanno al di là dei confini territoriali e che si consolidano nel tempo”. Per festeggiare il trentesimo compleanno la rassegna si chiuderà sabato prossimo con la classica ciliegina sulla torta: il concerto del cantante Ludwig. Il filo conduttore della tre giorni rimarrà, comunque, il folk popolare nelle sue espressioni di canti, danze e suoni. La rassegna di Bolotana è diventata da anni un appuntamento fisso non solo dell’estate bolotanese, ma anche del panorama culturale e folcloristico dell’isola. L’evento, che rappresenta un intreccio sonoro e variopinto di folclore, cultura, musica, danze, costumi e tradizioni popolari senza frontiere, trasformerà per tre giorni le strade e le piazze di Bolotana in un palcoscenico di colori, linguaggi ed etnie di vari continenti. Un mix culturale  collaudato all’insegna dell’ospitalità e delle tradizioni più genuine provenienti da diverse parti del mondo. Il tutto grazie all’impegno dell’associazione culturale “Ortachis” che organizza e segue l’evento con passione e competenza, coinvolgendo i cittadini nell’accoglienza e nello scambio culturale. L’attenzione degli appassionati e dei visitatori  è tutta puntata sul festival del folclore  e sul tripudio di danze popolari che vedrà impegnati otto gruppi stranieri e sei gruppi isolani con un’anteprima culturale riguardante la presentazione, giovedì 21 luglio alle 18, nell’aula consiliare, del libro “Mio papà, il padre dello scudetto”, di Andrea Arrica, a cura dell’Ads Olimpia.  Dopo la presentazione del libro, il programma prevede, alle 20, la cena per tutti offerta dall’associazione Ortachis; alle 22 serata musicale con il gruppo scozzese Clann And Orumma; il gruppo Dilliriana e balli sardi in piazza con Tore Delussu.  Venerdì 22, alle 19, presentazione dei gruppi in piazza del Popolo e alle 22.15 esibizione dei gruppi di Messico, Kenia, Bulgaria e dei gruppi folk “Norkalis” di Orune e “Sennori” di Sennori. Sabato 23, giornata finale e clou delle kermesse. Alle 19, parata dei gruppi per le vie del centro e alle 22.15 esibizione dei gruppi di Scozia, Colombia, Croazia e India. La Sardegna sarà rappresentata dai Tamburini e Trombettieri “Sa Sartiglia” di Oristano; maschere “Maimones, murronarzos e intintos” di Olzai; maschere “Sos corriolos” di Neoneli e gruppo folk “Sas Nugoresas” di Nuoro. All’una di domenica 24 luglio il Dj set Teddy Romano farà da apripista all’evento più atteso dai giovani: il concerto del cantante e Dj Ludwig. Le serate saranno presentate da Daniela Astara.

Condividi su:

Seguici su Facebook