Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

L'unione sarda. Incompatibili, da chiarire i poteri del Consiglio

Il caso

| di Michele Arbau
STAMPA

L'Anci Sardegna porrà un quesito al suo ufficio legale nazionale per capire se il Consiglio regionale può legiferare sulle incompatibilità sancite dal decreto legislativo 39 sull'anticorruzione. A comunicarlo è il direttore regionale dell'associazione dei Comuni Umberto Oppus che, nei giorni scorsi, aveva auspicato una norma ad hoc tutta sarda «per porre rimedio a questa situazione normativa incomprensibile». Intanto, proprio sulle incompatibilità è polemica. L'assessore sardista della Provincia di Oristano Gianni Pia sostiene, in un esposto inviato al presidente dell'assemblea Claudia Lombardo, che quattro assessori (Mariano Contu, Alessandra Zedda, Luigi Crisponi e Angela Nonnis), i consiglieri regionali dei Riformatori Attilio Dedoni e Franco Meloni, e il capogruppo dell'Udc Giulio Steri devono scegliere fra il lavoro privato e la “poltrona”. Perché, ha affermato Pia, «la vera casta è quella che siede sui banchi e sulle poltrone della Regione». Da Dedoni e Meloni sono arrivate secche smentite: «Non siamo incompatibili». Il primo sostiene: «Sono in pensione dal 2008». Il secondo affonda il colpo: «Mi sono dimesso dai miei incarichi di dirigente in enti convenzionati, e non controllati, dalla Regione nel 2009, subito dopo essere stato eletto consigliere regionale. Pia usi il suo tempo per studiare e amministrare».

Michele Arbau

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK