Rimani sempre aggiornato sulle notizie di labarbagia.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

L'unione sarda. Intercettazioni, ecco i periti

Esperti in limba per tradurre i colloqui della banda Mesina

STAMPA

Serviranno quattro periti, forse anche un quinto che dovrà conoscere bene la cadenza barbaricina presente in molti dei dialoghi in sardo intercettati dagli investigatori della Direzione distrettuale antimafia. Tutto per trascrivere le migliaia di intercettazioni telefoniche e ambientali che poi finiranno nel fascicolo dibattimentale del processo alle due bande criminali guidate, secondo l'accusa, dall'ex primula rossa Graziano Mesina.
Ieri mattina, durante l'udienza-filtro davanti al Gip del Tribunale, Giorgio Altieri (lo stesso che ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare che ha portato in carcere Mesina e altri sei presunti complici), i difensori dei principali imputati hanno dato battaglia sull'ammissibilità di alcune intercettazioni. Migliaia di file audio che dovranno essere ora ascoltati e trascritti dai quattro periti che inizieranno a consegnare le prime produzioni già nell'udienza del 9 settembre. Pochi gli imputati presenti in aula, ma non sono mancati i momenti di tensione. Rischia di finire indagato, infatti, il consulente della difesa di Mesina, Mariano Pitzanti: ha contestato alcune intercettazioni sostenendo che potrebbero essere state manipolate. Il Gip Altieri ha respinto l'istanza di nullità delle intercettazioni incriminate, inviato gli atti alla Procura per verificare se, nelle parole del consulente, vi siano estremi di reato.
A rappresentare l'accusa c'era il procuratore aggiunto Gilberto Ganassi che ha coordinato la lunghissima inchiesta svolta dai carabinieri che lo scorso giugno ha portato in cella dopo sette anni Mesina ed i suoi presunti complici: le accuse sono varie e vanno dall'associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, a furti e, solo per alcuni, anche un tentativo di sequestro di persona. Ma gli atti al momento diponibili alle difese sono ancora una parte dell'imponente inchiesta: ci sono ancora tante parti coperte da segreto e stralciate, segno che potrebbero esserci presto nuovi e clamorosi sviluppi. A settembre ci sarà la nuova udienza, ancora tutta incentrata sulle intercettazioni da trascrivere. ( fr. pi. )

Contatti

redazione@labarbagia.net
mob. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK