Partecipa a labarbagia.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

GAVOI. Va verso il rinnovo il contratto per la tutela e salvaguardia della fascia costiera del lago di Gusana affidata all'Ente Foreste

Nanni Porcu: "atto fondamentale per i numerosi posti di lavoro gavoesi e per il valore ambientale del territorio"

redazione
Condividi su:

Tutela e salvaguardia della fascia costiera del lago di Gusana ricadente in territorio di Gavoi, e lavoro per i dipendenti gavoesi dell’ente foreste. Sono queste le motivazioni che hanno spinto il Sindaco di Gavoi Nanni Porcu, a chiedere il rinnovo fino ad aprile del 2018, del contratto di comodato d’uso gratuito stipulato nel 2012 tra Enel (proprietaria della fascia costiera del lago) e Ente Foreste della Sardegna.

220 ettari circa da salvaguardare che rappresentano per il borgo barbaricino “una risorsa ambientale, storica e culturale da valorizzare e tutelare” scrive il Sindaco nella richiesta di rinnovo. “A distanza di due anni dall’inizio del rapporto, mi preme rilevare la grande soddisfazione manifestata dalla comunità che mi onoro di rappresentare per i risultati ottenuti dalla collaborazione tra Enel e Ente Foreste” continua il primo cittadino.

Risultati prima di tutto in termini occupazionali: nel 2010 infatti, punto fondamentale dell’avvio della trattativa tra Enel e Ente Foreste fu  “la stabilizzazione dei lavoratori semestrali di Gavoi, che – si legge nella delibera dell’Ente regionale del maggio 2010 – potranno essere utilizzati anche per la realizzazione di progetti speciali”.

In secondo luogo la tutela del territorio che racchiude al suo interno un grande patrimonio boschivo. L’Ente Foreste, si legge nel contratto di comodato, è chiamato a svolgere “una razionale gestione tecnico – economica e di tutela, mirando alla conservazione al miglioramento fondiario, alla valorizzazione anche ai fini turistici e ricreativi”.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook